Perché amo le newsletter

2. È il Back to the future del giornalismo Prima dei social c’era la testata (cartacea) che con tutti i suoi difetti aveva il merito di stabilire un patto col lettore. Si impegnava ogni giorno a dargli la propria visione del mondo, selezionando i fatti e mettendoglieli in un sistema gerarchico. Gli diceva: â€œQuesto fatto è […]

La mia full immersion in Clubhouse

Un format particolarmente vibrante è quello delle Q&A: io ne ho organizzata una insieme a Yari Brugnoni, il founder di Ninjalitics, Luca Mastella di Learnn e docente Bocconi, Marco Onorato, co-founder di Marketing Espresso, e con il founder (Steven Lo Presi) e il responsabile SEO (Luigi Nigro) di Marketing Ignorante. Il pubblico ci poneva domande […]

30 secondi

Oggi il video è lo strumento più potente per raccontare una storia. Se un’immagine vale mille parole, probabilmente un video vale mille immagini. Durante la pandemia mi sono ritrovato completamente rapito dalla â€˜serie’ IGTV di Loewe En Casa. Artigiani, fotografi, musicisti e scrittori aprivano le porte dei loro studi e raccontavano, ognuno nella propria lingua madre, il […]

Branded magazine e giornalismo

* Valeria Raimondi, editor in chief, Fine Dining Lovers Branded content: un’espressione talmente usata negli ultimi anni da essere entrata nel linguaggio comune, oltre che in tutti i manuali di marketing. Il suo significato, in fondo, è piuttosto semplice: un marchio che investe nella produzione di contenuti originali – siano essi articoli, video, audio o […]

Il tempo della narrazione

Il punto nodale risiede nel tempo da dedicare alla decodifica di questo messaggio. Per questo, alla moltiplicazione e rapidità degli strumenti comunicativi oggi si può rispondere con strategie progettuali atte a sfruttarne i rispettivi potenziali. Già le Avanguardie ci hanno insegnato a pensare ai libri â€“ vero medium â€˜eterno’ â€“ come progetti di fruizioni multiple su tempi diversificati, sfruttando la […]