I tappeti cc-tapis negli hotel milanesi

“Noi siamo questo: facciamo tappeti!” con questa felice sintesi Nelcya Chamszadeh, una delle tre anime di cc-tapis, restituisce tutta la complessa semplicità del brand da lei fondato insieme a Fabrizio Cantoni e Daniele Lora dieci anni fa. Il 2011 è l’anno ufficiale di fondazione di cc-tapis in Italia, in realtà le cose sono iniziate qualche anno prima, […]

Uffici in cui stare (e lavorare) bene

“La Slow Architecture è un’architettura che trae dal contesto in cui si inserisce gli elementi per la sua definizione. Dove il contesto è inteso, però, in senso più ampio, come storia, società, ambiente e clima. Il termine Slow non vuol dire fare le cose lentamente, ma piuttosto con accuratezza”, spiega Enrico Frigerio. “È necessario (in […]

Le cose che non siamo

Parlare di contemporaneità vuol dire allora parlare di questa variabilità continua, una libertà che non è conseguimento ma frequentazione, non approdo ma trasfusione e translitterazione. Se il design storico cercava di definire l’uomo attraverso i suoi oggetti, il design contemporaneo appare impegnato nello sforzo di liberare l’uomo da ogni definizione conclusiva. Ogni nuovo scarto linguistico […]

Quelli che cambieranno il mondo

Come scuola abbiamo cercato di confrontarci costantemente con i colleghi, qui e all’estero, per attivare strumenti integrativi di insegnamento. I metalaboratori, le prototipizzazioni a distanza, la condivisione virtuale dei processi progettuali, il supporto emotivo attuato da psicologi professionisti… in questo modo il modello Hybrid Learning ha funzionato. È naturale avere costantemente il dubbio che l’insegnamento […]

Il motore del buon design

Ad Andrea Branzi, maestro con tre Compassi d’Oro, fondatore di Archizoom, un ruolo centrale in Alchimia e Memphis, premi e riconoscimenti, viene da chiedere come si progettano progetti felici. “Innanzitutto gli oggetti si inventano. Se uno riuscisse a fare la storia della seggiola constaterebbe che le sedie sono da quattro secoli invenzioni una diversa dall’altra. […]