Ecobonus 110%, i comuni montani chiedono di estenderlo a seconde case in borghi e centri storici

28/05/2020 - Estendere il superbonus 110% alle seconde case situate negli antichi borghi di montagna e nei centri storici delle città, e alle persone giuridiche che hanno attività nei condomini. Lo chiede Uncem, l’Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani. “Il super-ecobonus al 110% per l’efficientamento energetico e l’adeguamento antisismico delle abitazioni, e l’eco-bonus e il sisma-bonus destinato […]

Coronavirus, deroghe al Codice Appalti nel decreto Aprile?

02/04/2020 – Aprile è arrivato. A breve si dovrebbero conoscere i contenuti del nuovo decreto che immetterà una nuova dose di soldi pubblici nel sistema economico provato dall’epidemia da coronavirus.  Coronavirus, le incognite del decreto di aprile Nella giornata di oggi il Governo dovrebbe chiedere al Parlamento l’autorizzazione allo sforamento del bilancio. Dalla risposta dipenderà […]

Coronavirus, i professionisti ordinistici chiedono attenzione al Governo

25/03/2020 - I professionisti ordinistici vogliono essere parte attiva nella definizione delle misure per contrastare l’emergenza coronavirus e chiedono di poter accedere a tutti gli strumenti di tutela del lavoro e della salute, dai quali sono stati sin qui esclusi. Per questo, le Professioni Ordinistiche aderenti al Comitato Unitario Professioni (CUP), alla Rete Professioni Tecniche (RPT) […]

Coronavirus, i tecnici chiedono la proroga delle scadenze antincendio

18/03/2020 – Anche la prevenzione dal rischio incendio risente del blocco delle attività professionali, causato dall’emergenza sanitaria per l’epidemia di coronavirus. Per questo motivo, la Rete delle Professioni Tecniche ha inviato una lettera al Capo dei Vigili del Fuoco, Fabio Dattilo, per chiedere il differimento di una serie di termini di almeno 120 giorni dalla ripresa […]

I professionisti chiedono misure per fronteggiare i danni economici del Coronavirus

25/02/2020 – “In queste ore, nei prossimi giorni e forse nei prossimi mesi, i professionisti saranno costretti a rallentare e a ridurre le loro attività, o a fermarsi del tutto, per via del rischio di contrarre il virus, per via delle restrizioni emanate dal Governo e per via del sentimento, giustificato e logico, di paura […]