Perchè scegliere il Graphic Design come carriera professionale?

Il Master in Graphic Design – Focus on New Media di IED Firenze offre un alto livello di preparazione professionale, combinando le metodologie progettuali tradizionali con l’insegnamento delle competenze più attuali, tenendo in continua considerazione i trend e linguaggi visuali contemporanei.

Andiamo a scoprire di più sul corso con la coordinatrice Isabella Ahmadzadeh, che ha lavorato come Art Director per diverse aziende a Firenze e Milano e come Graphic Designer per Gucci.


Perché scegliere il graphic design come carriera professionale?

Siamo circondati da immagini: sui nostri smartphone, scrollando le pagine dei social network, sulla confezione di un prodotto alimentare, sulle affissioni che vediamo per strada mentre camminiamo… Il graphic design è ovunque e influenza continuamente l’immaginario collettivo.  È un campo professionale entusiasmante, in cui la passione per la cultura visuale si incontra con la strategia, il problem solving. Inoltre, vedere qualcosa che hai progettato interagire con le persone è sempre emozionante!

Come è cambiata la professione del graphic design negli anni?

Negli ultimi anni, le nuove tecnologie hanno ovviamente avuto un grande impatto. Oggi abbiamo a disposizione strumenti e dati che fanno una grande differenza in termini di tempi e modi con cui affrontare un progetto e che creano punti di vista inaspettati.
A causa della pandemia, tutto ciò si è rivelato più vero che mai: poiché le persone non potevano spostarsi, le aziende hanno cercato di raggiungere il proprio pubblico attraverso i mezzi digital.
La produzione di contenuti visivi e di nuove strategie di comunicazione è quindi incrementata, in un processo che, sebbene sia stato faticoso, ha avuto risultati sorprendenti.

Qual è l’approccio IED a questo percorso di studi?

La filosofia di IED è da sempre “imparare facendo”. In questo senso, il Master in Graphic Design (giunto alla sua 11a edizione) combina metodi teorici e pratici, sviluppando un processo di apprendimento molto simile al flusso di lavoro professionale.
La maggior parte delle lezioni consiste nel lavorare sulla base di brief e scadenze realistici, ricostruendo le dinamiche di aziende, studi e istituzioni. Tutto ciò è possibile anche grazie al continuo feedback dei docenti, che sono prima di tutto esperti e professionisti nei rispettivi ambiti di insegnamento.

Quale sarebbe il miglior consiglio a qualcuno che vorrebbe diventare un grafico?

Non smettere di imparare! Sii sempre curioso, non solo per ciò che è strettamente “grafica”, pensa sempre fuori dagli schemi. La vita e il lavoro di un grafico dipendono l’uno dall’altro. Progetta con passione e tutti lo vedranno.

Come si svolge la tua giornata tipo e cosa ami di più del tuo lavoro?

La cosa che amo di più è la sensazione che si prova nel rendersi conto di essere stati un valore aggiunto in un team di persone. Questo avviene dopo aver individuato varie opportunità di miglioramenti, per esempio in una strategia di marketing digitale o nello sviluppo di business di una giovane startup. Nel rispondere invece alla domanda sulla giornata tipo, potrei avere qualche difficoltà. Come freelance mi trovo quasi sempre ad affrontare realtà uniche, progetti unici e sfide uniche. In altre parole, nessun giorno è uguale al precedente. La gestione del tempo diventa un aspetto molto difficile e lo stesso vale nel cercare di definire una giornata tipo. L’unico vero aspetto che si ripete giorno dopo giorno è la necessità e il piacere, di restare aggiornati e apprendere cose nuove.

Quali sono le piattaforme/tool che un Data Specialist dovrebbe saper padroneggiare?

Nel mercato è presente un numero incredibilmente vasto di strumenti, che è sicuramente destinato a crescere ulteriormente nei prossimi anni. Il mio consiglio è quello di comprendere il ciclo di vita dal dato. Possiamo semplificare questo ciclo parlando di raccolta e immagazzinamento dei dati, poi dobbiamo analizzarli e in fine è necessario saperli visualizzare in modo efficace. Abbiamo bisogno di tool specifici per ogni singola fase ed è per questo che nel modulo Analytics, qui in IED, abbiamo deciso di dare particolare attenzione alla suite di strumenti fornita da Google. Gli strumenti di Google hanno un alto livello di integrazione, sono molto potenti e prevedono delle versioni gratuite perfette per PMI e studenti.

Fonte: https://www.ied.it/blog/perche-scegliere-il-graphic-design-come-carriera-professionale/76896

Autore dell'articolo: ied.it