Una piega nel paesaggio

La finestra, per esempio, rielabora con ironia un concetto chiave dell’architettura modernista: nessuno seppe inventare il nuovo come Le Corbusier, che fu un impareggiabile produttore di slogan, cliché e parole d’ordine e, tra le sue idee più belle e fortunate, c’è la finestra in lunghezza, di cui sostenne le qualità e i vantaggi rispetto alla finestra tradizionale, verticale. Se la finestra verticale presuppone una visione, verso l’esterno, statica, da fermi, spiegava il maestro, la finestra in lunghezza, a nastro, segue l’andamento dello sguardo e il movimento del corpo nello spazio, e ritaglia una fascia continua di paesaggio.

Fonte: https://www.internimagazine.it/progetti/una-piega-nel-paesaggio/

Autore dell'articolo: internimagazine.it