Fendi Casa: dalla moda all’arredamento, con un colpo di scena chiamato Cristina Celestino

Molte case di moda hanno deciso, negli ultimi anni, di estendere il proprio marchio anche all’arredamento, affidandosi, nella maggior parte dei casi, ad aziende specializzate che ne curano tutti i passaggi creativi e produttivi. E’ successo anche a Fendi: la maison romana ha affidato il suo ramo dedicato all’interior design a Luxury Living Group, gruppo con sede a Forlì, fondato negli anni ’60 da Alberto Vignatelli e votato proprio alle linee di arredamento di marchi del lusso come Bentley Home, Trussardi Casa, Baccarat La Maison e altri. Oggi ci occupiamo, in particolare, di Fendi Casa: nato nel 1989 ha mutuato dalla divisione moda l’approccio artigianale alla produzione, il voto alla qualità dei materiali e la raffinatezza, sempre abbinata al confort. Proprio quest’anno, infatti, Luxury Living Group – oggi guidato da Raffaella Vignatelli, figlia di Alberto – ha deciso di affidare un progetto speciale a Cristina Celestino, la designer del momento che detta legge in fatto di stile, colori e materiali. La collaborazione ha dato vita alla collezione Back Home, che richiama intensamente lo stile Fendi degli anni ’70 quando le sorelle Fendi, con la collaborazione di Karl Lagerfeld portarono il marchio alla fama internazionale. Back Home è stata presentata a Milano, nel corso dell’ultima settimana del design.

Tivoli sofa by Fendi Casa

Effe coffee table by Fendi CasaVittoria cupboard by Fendi Casa 

La collezione celebra Pequin l’iconico e storico pattern di Fendi, composto da fasce in nero e marrone tabacco, i colori istituzionali e altamente identificativi della maison. Cristina Celestino è partita dalle caratteristiche del Pequin e le ha portate quasi fino all’astrazione, lasciandole che però fossero ancora riconoscibili nei vari elementi della collezione. Un esempio delicatissimo sono i tavolini da caffè Effe, in cui Celestino riprende il disegno di una rosa, creato nel 1983 da Karl Lagerfeld per Fendi e lo trasforma, senza snaturarlo, in una spirale liquida al cui interno si riconoscono ancora le due F del marchio. Il riferimento alla tradizione sartoriale dell’azienda è dunque persistente, un altro esempio sono le specchiere e le lampade ispirate ai gemelli da polso, mentre i mobili da ingresso riprendono i motivi geometrici dello stile Art Decò. Un altro riferimento considerato da Cristina Celestino in questo percorso a ritroso è Willy Rizzo, al cui stile si ispira la credenza Vittoria, con le ante in vetro satinato ed extrachiaro che rimandano, ancora una volta, al motivo Pequin. Nelle immagini, il divano Tivoli, i tavolini da caffè Effe e la credenza Vittoria.

Fendi Casa collection

La collezione “istituzionale”

Oltre alla collezione Back Home di Cristina Celestino, Fendi Casa ha presentato anche altri elementi di arredo nuovi, in cui il riferimento alle creazioni di moda sono il filo conduttore tra le varie collezioni, indoor e outdoor. Qualche esempio? Il divano Duke con gli ampi braccioli contenitore, rivestiti in pelle con motivo FF logo all-over, e sul retro, il logo FENDI impresso a caldo. Ritroviamo, il logo FF in modo più discreto, sui coffee table Prisme Crystal, presentati in una nuova versione con spazio contenitivo e parti interne decorate a righe orizzontali con logo. Tutto è impreziosito da piccoli dettagli distintivi, che descrivono una cura meticolosa di ogni aspetto, dall’idea, al disegno, dalla progettazione alla realizzazione.

Series Thea by Fendi Casa Outdoor

Fendi Casa Outdoor

La serie Thea, composta da divano, poltrona e loveseat, è realizzata con centinaia di metri di incordatura in materiale tecnico che richiama le specificità del cuoio e arricchita con i cuscini che richiamano in modo discreto i tessuti moda della maison. Molto bella anche la poltrona Versilia la cui struttura, realizzata in legno massello Iroko tinto castagno e finitura semilucida, accoglie la morbida cuscinatura in tessuto waterproof. Per completare lo styling del nostro salotto outdoor, non mancano gli accessori, come i vassoi Ripple con piano in marmo Calacatta Warm Gold, Carrara Gioia, Verde Alpi o nel nuovo Portoro Palladium, una pietra italiana dalle intense sfumature di nero movimentate da venature argento e oro. Il motivo con logo Fendi è realizzato con lettere incise sulla superficie del marmo e intarsiate in acciaio lucido.

Possiamo aiutarti? Il nostro servizio di progettazione è a tua disposizione per aiutarti ad arredare casa con uno stile unico: il tuo. Contattaci via mail a [email protected] o telefonando al numero +39.090.6258945.

Fonte: https://shop.mohd.it/it/magazine/fendi-casa/

Autore dell'articolo: mohd.it