Camilla Bellini, storia di una giovane designer

Mohd è un’azienda che ha sempre creduto fortemente nel talento applicato a idee giovani e innovative. E proprio per questo motivo ha deciso di dare vita ad una rubrica che ospiterà designer emergenti ma già affermati con i loro progetti nel panorama italiano ed europeo.

Come prima ospite di questi appuntamenti in esclusiva per Mohd Magazine, abbiamo scelto di intervistare Camilla Bellini, giovane designer senese che tramite i propri canali social ed il blog “Camilla BelliniThe Diary of a Designer”, è riuscita a ritagliarsi una interessante vetrina nel mondo dei designer emergenti nel panorama nazionale.
Camilla BelliniUna passione, quella per il mondo del design, che Camilla coltiva dai tempi delle scuole superiori: “Dopo aver conseguito la maturità artistica a Siena ho avuto il mio primo approccio col mondo della progettazione dopo aver studiato il progetto della lampada Arco di Achille e PierGiacomo Castiglioni. Così mi sono iscritta alla Facoltà di Architettura di Firenze, scegliendo il ramo dell’Industrial Design, e da quel momento ho cominciato a sperimentare tecniche e pratiche di product design”.

In poco tempo Camilla Bellini è riuscita ad affermarsi come giovane design influencer soprattutto su Instagram: “Vivo il mio progetto come un percorso quotidiano verso la bellezza. Ho scelto di condividere questa mia quotidianità con le persone: chi ha sensibilità verso certi temi si sente automaticamente incluso nel mio percorso. Con il mio progetto ho avuto già il piacere di collaborare con aziende italiane e straniere. Ho anche in ballo qualcosa oltreoceano, chissà!”
Camilla Bellini 1Se Instagram le ha concesso grande visibilità, allo stesso modo il merito deve essere attribuito anche all’idea del blog “Camilla Bellini – The Diary of a Designer”: “Qualche anno fa ho avuto la fortuna di incontrare la mia attuale socia e art director del progetto riguardante il blog, Giulia Grilli. Grazie alla sua esperienza nell’ambito della comunicazione e alla mia professione di designer, abbiamo messo su l’idea di un blog che parlasse di design con una voce autorevole utilizzando un tono emozionale. Il nostro obiettivo è stato sin da subito avvicinare il design di qualità alle persone”.

Una ispirazione, nella realizzazione dei suoi progetti, che deriva da un’intensa ricerca anche nella sua Toscana. Firenze, città vissuta, ricca di vitalità, simbolo di cultura e di buon gusto; e Siena, così antica ma sempre al passo con i tempi, mai banale, mai scontata. Città simbolo di arte bellezza ed eccellenza. Ma anche culle di idee, forme e colori: “E’ proprio dalle forme e dai colori puri che mi lascio ispirare maggiormente. Adoro giocare con i contrasti, che reputo la migliore arma contro la banalità stilistica. Ogni mio progetto parte da un’intensa fase di ricerca online, offline, in giro per la mia città e anche durante gli spostamenti di lavoro. Ovunque si può celare una scintilla creativa capace di dare forma a un’idea. Tutto ciò che raccolgo viene poi filtrato ed elaborato fino a diventare il progetto finale”.
Camilla Bellini 2Camilla Bellini ha le idee chiare anche sull’attuale stato di salute del design italiano: “Il design italiano è in salute sia per le aziende che investono e si rinnovano sia perché c’è una nuova leva di designer che guarda molto all’estero, si aggiorna e contamina il proprio stile. In Europa, quasi un addetto di design su cinque (oltre il 17%) è italiano. Ma soprattutto il design italiano sta bene perché vende e fa sempre parlare di sé”.

Mohd fa parte proprie di quelle aziende che con lungimiranza, e attraverso progetti ed eventi come Mohd @ South, ricerca i migliori designer per creare quel networking necessario con i più importanti brand internazionali: “A colpirmi di Mohd è stata la dichiarazione d’intenti sull’essere ossessionati dal bello e funzionale. Vivo il mio lavoro con lo stesso spirito e la stessa ossessione. Trovare chi condivide così tanta passione è sempre una fortuna. Aiuta a far intendere un po’ a tutti che circondati di bellezza si vive meglio”.
Camilla Bellini 4Infine uno sguardo sui progetti futuri che vedranno coinvolta Camilla e il suo “The Diary of a Designer”: “Parlo sempre con molta cautela dei progetti futuri. Con il mio team, quando si tratta di lanciare una notizia importante, curiamo tutto nei minimi particolari. Posso solo anticipare che ci saranno tante novità sul web, ma non solo. Il Salone del Mobile – dal 17 al 22 aprile prossimi – è già un’occasione per rompere la barriera del virtuale e realizzare qualcosa di tangibile, con le aziende e per le persone che mi seguono”.

Camilla Bellini 5


Iscriviti alla nostra newsletter
per ricevere le ultime tendenze del design e i consigli per arredare dei nostri esperti e per non perdere le nostre esclusive promozioni riservate!

Possiamo aiutarti? Il nostro servizio di progettazione è a tua disposizione per aiutarti ad arredare la casa con un unico stile: il tuo. Contattaci via mail a hello@mohd.it o telefonando al numero +39.090.6258945.

Fonte: https://shop.mohd.it/it/magazine/camilla-bellini-storia-di-una-giovane-designer/

Autore dell'articolo: mohd.it