StarsBOX®: una notte sotto le stelle in alta montagna

23/07/2021 - Per gli amanti della montagna e degli alloggi ‘esclusivi’ quest’estate è possibile dormire sotto il cielo stellato, nel mezzo della natura più incontaminata del Parco Naturale delle Alpi Marittime, l’area protetta più grande del Piemonte.
 
Qui, a 2400 metri di altitudine, circondati dalle vette e con vista sul Lago delle Portette, si trova la StarsBOX®, una mini-casa completamente sostenibile, disegnata proprio per ammirare le stelle, grazie al suo tetto apribile, e realizzata in un unico materiale, il legno di pino. 
 
StarsBOX® nasce nel 2018 da un progetto degli architetti Fabio Revetria e Lara Sappa dello studio Officina82, che ispirandosi ai giacigli dei pastori liguri, decidono di creare una mini-casa smontabile e reversibile per rispondere alla forte domanda di contatto con la natura del viaggiatore contemporaneo.
 
Dopo un trekking di quasi 3 ore tra le bellezze del parco, si arriva alla mini casa situata nei pressi del rifugio “E. Questa”, dove l’host Marco Bassino, esperto alpinista, accoglie gli ospiti tra le sue montagne.
 
Durante il giorno si può scegliere tra un’escursione ai laghi alpini o la visita agli antichi fortini presenti nel parco; all’imbrunire ci si può, invece, dedicare all’avvistamento di camosci e stambecchi. Il momento più indimenticabile dell’esperienza arriva al tramonto: aprendo il tetto della StarsBOX® è infatti possibile alzare lo sguardo e ammirare lo spettacolo del cielo stellato, totalmente privo di inquinamento luminoso.
 
Il soggiorno è prenotabile al link www.airbnb.com/starsbox. Gli ospiti dovranno essere in buone condizioni fisiche per affrontare il trekking necessario per raggiungere l’alloggio e dovranno essere pronti ad un vero digital detox.
 
Per i meno avventurosi, è comunque possibile provare l’esperienza di una notte sotto le stelle prenotando una delle molte altre StarsBOX® presenti in tutta Italia.

 

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2021/07/architettura/starsbo-una-notte-sotto-le-stelle-in-alta-montagna_83982_3.html

Autore dell'articolo: Archiportale