'The Living Museum' nel parco del Museo Nivola, in Sardegna

22/03/2021 - La Sardegna è indubbiamente una delle più belle isole del Mediterraneo, e da decenni una delle mete turistiche Europee più apprezzate. Eppure, nonostante l'immensa varietà di attrazioni sparse su tutto il territorio sardo, il turismo di massa che ogni estate invade l'isola è concentrato quasi unicamente sulla costa.
In un momento storico delicato e difficile come quello che il mondo intero ha vissuto nell'ultimo anno, la pandemia e i suoi effetti sull'economia globale impongono una profonda riflessione sul futuro dell'industria del turismo, e potrebbero anche offrire una inaspettata opportunità per ripensarla. 

Con queste premesse, TerraViva Competitions lancia un nuovo concorso di idee, aperto a professionisti e studenti, per immaginare piccoli padiglioni ricettivi all'interno del complesso del Museo Nivola, a Orani, nel cuore della Sardegna.

Quello che un tempo era "solo" il complesso che ospitava gran parte delle opere di Nivola, oggi sta diventando sempre più il punto di riferimento culturale e sociale del paese e dell'intero territorio circostante. Un luogo di interazione e creatività che ospita le più svariate attività: "The Living Museum".  Con l'intento di immaginare un museo che rompe con le convenzioni del polo espositivo tradizionale, questo concorso si propone di integrare all'interno del Museo Nivola un programma ricettivo. 

Il Museo si trova in una spettacolare location panoramica ai piedi del Monte Gonare, situata lungo il versante sud di Orani. Oltre ai giardini progettati da Gaias nel 2009, il complesso comprende oltre 20 ettari di terreno ricoperti da ulivi e macchia mediterranea: il luogo ideale per alcuni piccoli padiglioni ricettivi immersi nel paesaggio locale.

Alla ricerca di concept innovativi e progetti originali, "The Living Museum" incoraggia i partecipanti a sperimentare un'ampia gamma di tipologie, dimensioni e materiali. L'obiettivo è quello di evitare edifici imponenti che generalmente trascurano il contesto.
L'intento, infatti, è quello di progettare strutture di piccola scala in grado di valorizzare il sito naturale. Seguendo gli stessi criteri, il design dei volumi e la scelta dei materiali devono essere studiati con sensibilità, al fine di integrare al meglio le nuove strutture con il paesaggio circostante e con le preesistenze del Museo. Le modalità con le quali l'intervento "dialogherà" con padiglioni espositivi rappresentano un punto cruciale, e vanno pertanto affrontate con particolare attenzione.

Ispirati dalla natura unica di questo magnifico paesaggio, i partecipanti sono liberi di scegliere dove collocare l'intervento.
Mimetizzarlo tra gli alberi, adattarlo alla topografia, incastonarlo nella collina, rialzarlo da terra, sono solo alcune delle infinite possibilità. La decisione, in ogni caso, dovrà essere giustificata dal progetto stesso e dalle relazioni che esso sarà in grado di instaurare con il contesto.

Non prevedendo una location univoca in cui collocare la proposta, "The Living Museum" incoraggia i progettisti ad essere aperti e creativi quando si tratta di localizzare le proprie strutture ricettive. 
Le uniche restrizioni riguardano la permanenza all'interno del perimetro del terreno del museo e l'impossibilità di modificare i giardini presenti sul lato nord del lotto. Un pacchetto completo contenente tutta la documentazione relativa al sito (foto, planimetrie, disegni, dwg, ecc) sarà disponibile per tutti i concorrenti presso il website TerraViva. 

Primo premio: 3000€
Secondo premio: 2000€
Terzo premio: 1000€

4 Golden Mentions "Richard Chardingersoll’ 

10 Honorable Mentions 
30 Shortlisted Finalists 

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2021/03/concorsi/the-living-museum-nel-parco-del-museo-nivola-in-sardegna_81721_30.html

Autore dell'articolo: Archiportale