Un piccolo showroom in corten annesso alla residenza

01/03/2021 - L’architetto Vittorio Massimo firma a Valdobbiadene, in Veneto, il restyling di una residenza con annesso uno spazio per la fabbricazione e l’esposizione dei gioielli in stampa 3D del brand fondato dalla famiglia dei committenti.
Il progetto nasce dalla richiesta di avere un nuovo spazio funzionale dedicato a magazzino e piccolo showroom, e contestualmente un nuovo accesso separato al piano primo abitativo. 

L’edificio su cui si è intervenuti è un volume residenziale della seconda metà del novecento che riprende la tipologia locale della casa colonica dalla pianta allungata, a cui si pone in adiacenza a est una seconda unità di altra proprietà (il vecchio fienile recentemente ristrutturato) e a sud, per poi girare sul lato ovest, un portico di forte profondità. Il concept dell’intervento muove dalla volontà di rispettare il carattere rurale locale del manufatto, andando ad aggiungere un nuovo volume che riprenda la tipologia presente in loco della tettoia per attrezzi a una falda, posta sul lato corto dei fabbricati e aperta lungo l’asse nord-sud. Si è quindi partiti dalla demolizione del vecchio portico, liberando così il lato ovest del fabbricato. Qui si è dunque innestato un nuovo volume, immaginato a una falda al fine di riprendere tale immagine architettonica, riscontrabile negli edifici che si inseriscono nelle colline adiacenti.
Il punto di contatto con il vecchio manufatto è segnato da alti elementi in cor-ten che nascondono a nord una piccola finestra di un ripostiglio e a sud la scala per la terrazza e l’accesso al piano primo. Tale ambito pavimentato in legno si incastra nel volume principale a una falda, divenendo di fatto una terrazza a tasca chiusa da un parapetto in vetro extrachiaro, al fine di non intaccare l’immagine stereometrica del nuovo volume. Il nuovo lato a ovest che chiude quest’ultimo è rivestito con mattoni di recupero, utilizzando pertanto lo stesso materiale della tradizione, generando però delle fasce random leggermente sbordanti per denunciare la propria contemporaneità, richiamando le vecchie ammorsature dei fronti non finiti.

I lati nord e sud, volendo riecheggiare i vuoti ombrosi sottostanti le tettoie storiche, sono pensati come dei grandi strombi rivestiti in cor-ten, con una generosa vetrata verso sud a inquadrare il paesaggio. Il solaio che funge da copertura/terrazza, lasciato internamente in calcestruzzo a vista, è spezzato in un punto creando un dislivello di 45 cm, risolto con un vetro fisso al fine di portare luce in profondità nel volume e ricavare una seduta che guardi le colline sulla sommità. Lungo il lato sud della casa si è ricostruito un nuovo portico meno profondo, esile e leggero, totalmente in cor-ten, anche questo una rilettura contemporanea della vecchia tipologia. Due bassi setti in calcestruzzo, che seguono la strombatura del fronte principale, vanno a contenere i movimenti del terreno, invitando all’ingresso nel piccolo showroom.

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2021/03/case-interni/un-piccolo-showroom-in-corten-annesso-alla-residenza_81328_53.html

Autore dell'articolo: Archiportale