Il nuovo museo di Tadao Ando è un omaggio all'architettura cinese

26/11/2020 - La parola ‘He’ nella lingua cinese ha molteplici significati tra cui quello di 'armonia, equilibrio'. Un'armonia che Tadao Ando ha ricercato ispirandosi all'antica cosmologia e filosofia cinese e poi tradotto nell’He Art Museum, una nuova istituzione culturale che spazia dall'arte tradizionale a quella moderna.
 
Il museo, meglio noto con l’acronimo ‘HEM’ si trova a Shunde nella provincia di Guangdong, in Cina ed è aperto al pubblico dal 1° ottobre scorso.
La forma dell'edificio rievoca l'antica cosmologia cinese basata sull'idea di una terra piatta quadrata avvolta da cieli sferici. Le antiche architetture tradizionali, si riconoscono proprio per la loro pianta circolare, che aspirava a riflettere l’idea divina del "cielo rotondo". Nel territorio di Lingnan sono infatti tuttora presenti numerosi padiglioni circolari realizzati sull'acqua.
 
Con l'armonia come motivo architettonico, l'edificio è formato da una pila di dischi di cemento sfalsati che si avvolgono attorno ad un cortile centrale, che ospita ampie scale elicoidali. Queste si sviluppano a spirale verso l'alto per collegare tutti e quattro i piani e incorniciano un oculo in cima che funge da lucernario. L'oculo contribuisce inoltre a massimizzare la luce naturale all'interno degli spazi espositivi ed è stato incorporato da Ando come riferimento all'uso etereo della luce nelle chiese.
 
Come rivelano le foto, la pila di dischi di cemento che compongono il museo va dal piano terra al quarto piano ed è avvolta da una facciata a doghe verticali.
Il museo si estende su una superficie di 16.000 metri quadrati e contiene al suo interno 8000 metri quadrati di spazio espositivo, accanto a un caffè e a un bookshop.
Per creare uno spazio flessibile pronto ad esporre mostre sia la collezione d'arte moderna che una serie di mostre, si è inoltre aggiunto un semplice volume rettangolare con soffitti alti che crea un forte contrasto visivo tra il "cerchio" e il "rettangolo".
 
A completare l’He Art Museum c’è la parte esterna: un cortile a mezzaluna e uno stagno che circonda l’intera struttura si estende a perdita d'occhio fungendo da specchio per il cielo e il verde.

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2020/11/architettura/il-nuovo-museo-di-tadao-ando-e-un-omaggio-all-architettura-cinese_79837_3.html

Autore dell'articolo: Archiportale