Il recupero conservativo della ex Chiesa di S. Agata a Bergamo

25/11/2020 - PBeB-Paolo Belloni Architetti, con gli architetti Angelo Colleoni e Melania Licini, hanno portato a termine la realizzazione del progetto di recupero conservativo della ex Chiesa di S. Agata a Bergamo, sede della Cooperativa Città Alta, che dal 1985 vi svolge attività di ristorazione con una forte componente sociale.

L’immobile si sviluppa su sei livelli (“ora d’aria”, interrato, piano terra, mezzanino, primo e secondo) e il recupero di questi spazi, taluni abbandonati da anni, porterà valore aggiunto alle attività della Cooperativa, in termini sia economici sia sociali, a vantaggio di tutta la comunità di Città Alta e dell’intero territorio.

L’edificio, le cui prime tracce risalgono al 908 d.C., comprende l’ex chiesa di Sant’Agata e una porzione di ex convento dei Teatini. Nel 1802 fu interamente trasformato in carceri dall’architetto Pollack, il quale, al fine di ricavare più superficie, inserì due livelli voltati nell'alto spazio della navata. L’edificio rimase carcere fino agli anni ’70 del Novecento.

I nuovi spazi sono oggetto di un attento progetto di restauro conservativo che prevede il recupero delle parti murarie originarie, anche con l’eliminazione delle superfetazioni aggiunte negli anni, delle parti pittoriche presenti o sotto traccia e la razionalizzazione e il completamento delle attività della Cooperativa nei locali recuperati.

Al piano terra sono state eliminate le pareti divisorie aggiunte nel tardo ottocento, mentre su tutti i piani sono mantenuti interamente pilastri, solai e volte, riportando la percezione di uno spazio unico, così come si presentava in origine.

La scala esistente, che serviva un solo piano, è sostituita da una nuova scala che raggiunge anche il piano secondo, impiegando un disegno leggero e nuovi materiali.

Gli elementi inseriti acquistano unitarietà e chiara leggibilità grazie all’impiego di un unico materiale, il ferro, così da non creare contrasti con le presenze stilistiche proprie dell’edificio.

Tutti gli orizzontamenti del complesso, costituiti da una serie di strutture voltate con relativi arconi, sono stati oggetto di rinforzo strutturale.

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2020/11/architettura/il-recupero-conservativo-della-e-chiesa-di-s.-agata-a-bergamo_79820_3.html

Autore dell'articolo: Archiportale