La bellezza scenografica dell'Atelier Aliuce Trepp

01/07/2020 - Villa Trepp, situato nel piccolo paese di Origlio (Svizzera) dalla bellezza scenografica, è un atelier progettato da Mino Caggiula Architects per la scultrice equadoregna Alice Trepp.

Il sito è caratterizzato da un pendio naturale con la vista su dei pascoli, sul Monte Tamaro e dalla percezione della frescura data dalla presenza del lago. Il luogo ricorda la tipica conformazione morfologica e territoriale nel quale venivano insiti i teatri greci, costruiti seguendo gli avvallamenti di un pendio naturale, spesso in luoghi con viste e aperture prospettiche spettacolari.
È da questo modo di adagiarsi sul territorio che nasce l’idea del progetto.

La forma si sviluppa dalla lettura delle curve di livello e dalla piegatura verso l’alto di due di queste, sotto le quali è inserito l’edificio con il ritaglio all’interno di spazi e movimenti sinuosi. I volumi prendono forma come foglie che si sollevano dal suolo, così da fare apparire l’architettura come contenuta nella terra stessa.

La simbiosi con il contesto è accentuata dalla continua e fondamentale presenza del verde, che rende l’ Atelier come una distesa verde con un’apertura. Richiama una grotta naturale, un cenote a cielo aperto dove il verde caduco e la luce si tuffano, riflettendosi e rifrangendosi all’interno di uno specchio d’acqua che crea luce, vibrazioni e suoni.

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2020/07/case-interni/la-bellezza-scenografica-dell-atelier-aliuce-trepp_77299_53.html

Autore dell'articolo: Archiportale