Ecobonus, quando è fruibile per la building automation?

09/04/2020 – Quali sistemi di building automation accedono all’ecobonus e quali caratteristiche devono soddisfare?
 
A chiarire il punto l’Enea nel Vademecum sullaBuilding Automation.
 

Ecobonus: quando ne fruiscono i sistemi di building automation

L’Enea ha specificato che è agevolabile l’installazione e messa in opera di sistemi di building automation che consentano la gestione automatica personalizzata degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria o di climatizzazione estiva, compreso il loro controllo da remoto attraverso canali multimediali.
 
Per accedere al bonus i dispositivi devono:
- mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
- mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
- consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.
 
L’aliquota di detrazione è del 65% delle spese totali sostenute e non vi è un limite massimo.
 
Non è compreso tra le spese ammissibili l’acquisto di dispositivi che permettono di interagire da remoto con le predette apparecchiature, quali telefoni cellulari, tablet e personal computer o dispositivi similari. 
   

Ecobonus sistemi domotici per il controllo: documenti da produrre

Tra i documenti che è necessario conservare una volta terminato l’intervento c’è l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato, che deve contenere il rispetto dei requisiti tecnici specifici oppure la certificazione del produttore (o fornitore o importatore) del dispositivo che attesti il rispetto dei requisiti.
 
L’asseverazione può essere sostituita dalla dichiarazione resa dal direttore dei lavori sulla conformità al progetto delle opere realizzate, purché siano riportate le pertinenti dichiarazioni e condizioni richieste nell’asseverazione.
 Fonte: https://www.edilportale.com/news/2020/04/risparmio-energetico/ecobonus-quando-e-fruibile-per-la-building-automation_75870_27.html

Autore dell'articolo: edilportale.com