Capsule metalliche nel deserto degli Emirati Arabi: è il Buhais Geology Park

29/01/2020 - Hopkins Architects ha completato il Buhais Geology Park a Sharjah, negli Emirati Arabi Uniti. Il progetto per il nuovo parco geologico è una risposta allo spettacolare sito su cui sorge, nel deserto rosso, all'interno dell'ex-bacino dei fondali marini nella pianura di al-Madam.

Il parco si trova a circa 50 km a sud-est della città di Sharjah in una regione di eccezionale significato preistorico e geologico, con una ricca presenza di fossili marini di oltre 65 milioni di anni, spettacolari catene montuose e antichi siti di sepoltura risalenti all'età della pietra, del bronzo e del ferro.

Cercando di creare una serie di spazi espositivi che presentino in modo vivido i significativi fenomeni geologici della regione - tra cui tettonica delle placche, geomorfologia e sedimentazione - Hopkins Architects ha progettato cinque 'capsule' interconnesse, di varie dimensioni.
Questi ospitano aree espositive, un teatro immersivo, una caffetteria con viste panoramiche sulla spettacolare dorsale di Jebel Buhais che si erge circa 100 metri al di sopra, un negozio di articoli da regalo e altre strutture per i visitatori.

La geometria dei pod è ispirata dai ricci fossili presenti in loco e sviluppata in una tipologia che potrebbe essere dimensionata per adattarsi alle diverse funzioni del Centro. Per ridurre al minimo l'impatto ambientale e, quindi, la distruzione della fauna, della geologia e del terreno esistenti, le cinque strutture, progettate in cemento prefabbricato, toccano leggermente il terreno in alcuni punti e poggiano su dischi di fondazione in cemento armato in situ. Un sesto pod, non collegato agli altri, viene utilizzato come edificio di servizio.

I pod sono rivestiti in pannelli di acciaio colorati per fare riferimento alle diverse tonalità del paesaggio circostante e per oscurare le strutture prefabbricate in cemento. Questi pannelli sono fissati a una serie di nervature d'acciaio che contribuiscono a conferire loro la peculiare forma scultorea, che fa ulteriore riferimento all'esoscheletro dei fossili di riccio.

Il Buhais Geology Park è l'ultima opera di una serie di centri di apprendimento gestiti dalla Sharjah’s Environmental Protected Areas Authority che guida le attività di conservazione nell'Emirato, gestisce le aree protette e offre eccezionali esperienze educative.

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2020/01/architettura/capsule-metalliche-nel-deserto-degli-emirati-arabi-e-il-buhais-geology-park_74566_3.html

Autore dell'articolo: Archiportale