Gallerie d’Italia – Piazza San Carlo firmato De Lucchi

© Filippo Bolognese images © Filippo Bolognese images

17/01/2020 – Intesa Sanpaolo ha presentato martedì a Torino il nuovo progetto architettonico di AMDL CIRCLE e Michele De Lucchi per il nuovo museo delle Gallerie d’Italia, a Palazzo Turinetti, in piazza San Carlo a Torino. Gli spazi espositivi delle Gallerie d’Italia fanno parte del Progetto Cultura del gruppo bancario Intesa Sanpaolo. La sede di Palazzo Turinetti si aggiunge a quelle di Milano, Napoli e Vicenza.

Il progetto architettonico trasforma gli spazi legati all’attività bancaria- sale conferenze, archivi, caveau- in spazi destinati ad attività espositive e culturali. In un ricco panorama culturale come quello torinese dove la cultura svetta come nella Mole Antonelliana, AMDL CIRCLE ha progettato uno spazio culturale ipogeo.

Nella società odierna si è abituati a percepire gli ambienti sotterranei come accessori a quelli sovrastanti: la cantina, in metropolitana, nel parcheggio, e spesso ci si dimentica del ruolo quasi monumentale che gli ambienti sotterranei hanno occupato nella storia. Il progetto architettonico di AMDL CIRCLE esalta la magia delle costruzioni ipogee, e la loro capacità di catalizzare la riflessione e l’introspezione nel visitatore, l’atmosfera ideale per uno spazio espositivo. La relazione dell’arte con il sottosuolo, spesso fonte di reperti archeologici del passato, è  ui ribaltata: gli ambienti museali ipogei verranno dedicati principalmente alla fotografia e alla video-art, tra gli strumenti più attuali della narrazione della contemporaneità.
L’ingresso alle nuove Gallerie d’Italia – Piazza San Carlo avverrà dall’attuale accesso al cortile interno della sede della Banca. Agli spazi museali si accederà tramite un’enorme scalinata, ritagliata nell’attuale cortile, che porterà luce naturale alla prima sala dedicata alla hall di ingresso con reception, ulteriormente illuminata da luce zenitale tramite un’apertura a soffitto. La galleria voltata sotto il porticato di Piazza San Carlo si aggiunge agli altri ambienti museali. Il progetto affianca al percorso espositivo aree dedicate alla didattica e un laboratorio di restauro, dove si assisterà alla cura e alla conservazione delle opere, racchiudendo cosi un altro aspetto della relazione dell’uomo con l’arte. Dal cortile si accederà all’Innovation Center, uno spazio dedicato alla ricerca sul tema dell’innovazione.

Il percorso espositivo è stato pensato per attraversare la ‘semplicità’ degli spazi ipogei e proseguire poi al piano nobile di Palazzo Turinetti, che gode dell’affaccio diretto su Piazza San Carlo, dove le opere saranno invece ospitate in stanze ricche di decori, stucchi e specchi. 

Il progetto di AMDL prevede l’ampliamento della storica caffetteria con accesso al porticato di piazza San Carlo, a cui verrà aggiunto un secondo ingresso sul cortile interno di Palazzo Turinetti per garantire ai visitatori ad un punto di ristoro. Negli spazi ipogei delle Gallerie d’Italia – Piazza San Carlo, fotografia e video-art documenteranno e conserveranno immagini, avvenimenti, riflessioni e saranno i testimoni  dell’evoluzione del mondo. 

“La fotografia è lo strumento più attuale ed efficiente per analizzare la realtà, gli eventi e costruire una memoria dinamica che favorisca la comprensione del futuro. Un luogo dedicato alla fotografia non è solo un luogo dove ammirare le opere d’arte dei grandi fotografi, ma è anche un luogo dove discutere della contemporaneità”.
(Michele De Lucchi, gennaio 2020)

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2020/01/architettura/gallerie-d-italia-piazza-san-carlo-firmato-de-lucchi_74293_3.html

Autore dell'articolo: Archiportale