Codice Appalti, come calcolare la soglia di anomalia dopo lo Sblocca Cantieri

29/10/2019 – Come calcolare la soglia di anomalia nelle gare da aggiudicare con il criterio del prezzo più basso dopo le modifiche apportate al Codice Appalti dallo Sblocca Cantieri. Lo ha spiegato il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con la Circolare 8/2019.
 

Codice Appalti, le soglie di anomalia dopo lo Sblocca Cantieri

Il decreto Sblocca Cantieri, approvato per velocizzare l’iter di realizzazione dei lavori pubblici, ha introdotto delle modifiche all’articolo 97 del Codice Appalti. La norma ha stabilito che quando il criterio di aggiudicazione è il prezzo più basso, la congruità delle offerte è calcolata su quelle che presentano un ribasso pari o superiore ad una soglia di anomalia determinata.
 
Le modalità di calcolo della soglia cambiano a seconda che i partecipanti alla gara siano più o meno di 15.
 

Codice Appalti, la circolare del Mit

Una volta definite in generale, con lo Sblocca cantieri, le modalità di calcolo delle soglie di anomalia, il Mit ha fornito alle Stazioni Appaltanti degli esempi operativi pratici.
 
L’obiettivo è impedire che siano predeterminabili dagli offerenti i parametri di riferimento per il calcolo della soglia di anomalia, ma anche uniformare l’operato delle Stazioni Appaltanti, evitando che possano esserci interpretazioni diverse della normativa.

 

Fonte: https://www.edilportale.com/news/2019/10/lavori-pubblici/codice-appalti-come-calcolare-la-soglia-di-anomalia-dopo-lo-sblocca-cantieri_73069_11.html

Autore dell'articolo: edilportale.com