Una rilettura contemporanea degli edifici rurali

Dimensione testo  

09/10/2019 – Partendo dalla volontà di valorizzare il contesto esistente, reinterpretando in chiave contemporanea le peculiarità degli edifici tipici della campagna veneta, MIDE architetti completa il progetto 110_Casa nel pioppeto.

“Costruire nella campagna veneta significa anche relazionarsi con le tecniche costruttive impiegate nelle costruzioni rurali tradizionali, attraverso la scelta dei materiali ed al richiamo a forme e suggestioni” – affermano i progettisti Fabrizio Michielon e Sergio de Gioia.
La copertura del corpo principale dell’abitazione è realizzato con travi di legno recuperate dalla demolizione dei solai di antiche ville venete, re-impiegate in un sistema costruttivo contemporaneo. Alcuni elementi agricoli tipici divengono dispositivi di protezione solare, come ad esempio la vegetazione spontanea utilizzata a schermatura del portico, o gli sporti in travetti di legno lungo tutto il perimetro.

I materiali e le superfici che compongono il progetto, nascono da un’attenta analisi del luogo: i muri esterni in calcestruzzo a vista sono caratterizzati da una superficie grezza ottenuta mediante un particolare cassero, che ha impresso come un fossile la trama del tipico canneto che nasce spontaneamente lungo i canali della campagna veneta.

L’intera abitazione è caratterizzata da un profondo rapporto di continuità tra interno ed esterno, garantito dai continui traguardi visivi di cui si piò godere percorrendo i vari ambienti.
L’elevata permeabilità visiva ed i generosi apporti d’illuminazione naturale, caratterizzano tutti gli spazi interni: le grandi aperture vetrate della zona giorno contribuiscono a dilatare ulteriormente lo spazio, in continua mutazione durante le fasi della giornata.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

‘); $shareContainer.after(facebookShare); var onFacebookSDKGot = function () { try { FB.Event.unsubscribe(‘edge.create’); FB.Event.unsubscribe(‘edge.remove’); } catch (e) { } FB.Event.subscribe(‘edge.create’, function (targetUrl) { _gaq.push([‘_trackSocial’, ‘facebook’, ‘like’, targetUrl]); }); FB.Event.subscribe(‘edge.remove’, function (targetUrl) { _gaq.push([‘_trackSocial’, ‘facebook’, ‘unlike’, targetUrl]); }); FB.XFBML.parse(jQuery(‘#facebookShareSend’).get(0)); }; if (typeof (FB) != ‘undefined’) { onFacebookSDKGot.call(); } else { FB = undefined; jQuery.ajax({ async: false, type: “GET”, url: “https://connect.facebook.net/it_IT/all.js”, data: null, error: function (data, textStatus, jqXHR) { }, success: function (data, textStatus, jqXHR) { onFacebookSDKGot.call(); }, dataType: ‘script’ }); } }; jQuery(window).load(function () { //$(document).ready(function () { setTimeout(showFbShareButton, 600) }); <!–

–>

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2019/10/case-interni/una-rilettura-contemporanea-degli-edifici-rurali_72688_53.html

Autore dell'articolo: Archiportale