Professionisti, resta la flat tax al 15% fino a 65mila euro

09/10/2019 – Il regime forfetario, con tassazione al 15% per redditi fino a 65mila euro, non subirà scossoni. Lo ha assicurato il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, in audizione al Senato sulla Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Nadef) e sui contenuti della Manovra 2020.
 

Flat tax, nessun cambiamento per i forfetari

La flat tax, che prevede la tassazione con un’aliquota del 15% per i redditi fino a 65mila euro, non sarà toccata.
 
“Il mio giudizio – ha spiegato il Ministro Gualtieri – è che si tratta di una misura che presenta numerosi profili critici”.
 
“Tuttavia – ha rassicurato Gualtieri – l’orientamento del Governo, che si tradurrà nelle misure in manovra, è quello di evitare interventi che modifichino le regole in gioco in misura troppo incisiva”.
 
Il timore di molti professionisti e lavoratori autonomi era che le regole potessero nuovamente cambiare, dopo appena un anno dalla loro introduzione. Questo non accadrà. Il Governo inoltre, in un orizzonte temporale più lungo, intende rivedere tutta la normativa sul regime forfetario perché sia uno strumento per agevolare i piccoli professionisti all’apertura di nuove Partite Iva.
 

Flat tax, non ci sarà l’innalzamento a 100mila euro

Ricordiamo che la flat tax è stata introdotta dalla Legge di Bilancio 2019. La norma ha articolato l’attuazione del nuovo regime forfetario in due fasi: la prima è quella al momento in vigore, che riguarda i redditi fino a 65mila euro.
 
La seconda avrebbe dovuto debuttare il 1° gennaio 2020 con i redditi fino a 100mila euro tassati con un’aliquota del 20%. La nuova misura avrebbe dovuto ricevere il via libera della Commissione Europea, ma il Governo non l’ha sostenuta.
 

Fatturazione elettronica, cosa accadrà ai forfetari?

I professionisti rientranti nel regime forfetario o in quello dei minimi fino ad oggi sono stati esclusi dall’obbligo di fatturazione elettronica.
 
Nei giorni scorsi è stata avanzata l’ipotesi di estendere la fatturazione elettronica a tutti i professionisti per evitare fenomeni di evasione fiscale. L’Unione Europea non ha accettato questa misura dal momento che i professionisti con i redditi bassi sono già gravati da numerosi adempimenti fiscali.
 
Il Governo potrebbe desistere, lasciando tutto com’è, oppure prevedere soglie intermedie nell’ambito dei redditi fino a 65mila euro, che usufruiscono della flat tax. I redditi più bassi continuerebbero ad essere esentati dall’obbligo. Quelli intermedi, ad esempio dai 30mila ai 65mila euro, potrebbero invece essere assoggettati alla fatturazione elettronica. Il confronto è ancora aperto.
  Fonte: https://www.edilportale.com/news/2019/10/professione/professionisti-resta-la-flat-ta-al-15-fino-a-65mila-euro_72692_33.html

Autore dell'articolo: edilportale.com