Naufraghi come in Cast Away

Ph. © Hiroyuki Oki Ph. © Hiroyuki Oki

23/07/2019 – Cinque capanne, un ristorante e un padiglione. In una spiaggia privata di 3.000 m2, nella piccola isola dell’Arcipelago di Cat Ba in Vietnam, circondata da un lato da una splendida catena montuosa e dall’altra da un’ampia spiaggia di sabbia bianca, sorge il Castaway Island Resort. Il resort può ospitare fino a 160 “naufraghi”, ed è accessibile solo in barca, circa 2 ore dal porto di Hai Phong.

Il progetto, realizzato da VTN Architects utilizza il bambù come elemento costruttivo principale, un materiale ecologico che può integrarsi ed essere facilmente rimosso senza intaccare il bellissimo golfo naturale nel sito in cui è stato costruito il progetto. 
Il resort si estende su una spiaggia di sabbia bianca, divenendo parte integrante di essa. La struttura in bambù è ricoperta da un rivestimento in paglia intrecciata, per offrire un’autentica esperienza vietnamita e riducendo l’impatto ambientale. 

Le cinque capanne sono costruite da moduli con struttura in bambù che offrono un alloggio accogliente per ogni ospite. Le finestre e le persiane sono in legno riciclato, tipicamente utilizzato nelle tradizionali ville coloniali vietnamite, compongono il prospetto principale dei cinque alloggi.
Nonostante la costruzione del progetto, il sito è rimasto intatto e la natura preservata grazie all’utilizzo di un materiale naturale come il bambù. 

Fonte: https://www.archiportale.com/news/2019/07/architettura/naufraghi-come-in-cast-away_71490_3.html

Autore dell'articolo: Archiportale