Cultura millenaria, arte e mistero: le opere più visitate d’Italia

04/03/2019 – Civiltà millenarie, opere di inestimabile valore e sovrani che hanno scritto importanti pagine di storia. È ciò che si può scoprire visitando castelli, musei e aree archeologiche. Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali (Mibac) ha stilato la classifica dei trenta luoghi più visitati nel 2018.
 
In questa breve rassegna proponiamo i siti che hanno conquistato il podio più altri luoghi rappresentativi delle regioni in cui si trovano.
 

Circuito Archeologico ‘Colosseo, Foro Romano e Palatino’ – Roma

Non ha bisogno di presentazioni questo sito archeologico, che abbraccia millenni di storia. Nel 2018 è stato il più visitato in Italia con 7,6 milioni di ingressi. La sua fama è dovuta alle imponenti ristrutturazioni dell’Italia post-unitaria e del periodo fascista. Prima ha conosciuto un lungo periodo di decadenza. Nel Cinquecento è stato quasi completamente interrato e stabilmente utilizzato come pascolo per i bovini, da cui il nomignolo di “Campo Vaccino”.
 Foto: Blackcat [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)] 
 

Area archeologica di Pompei – Napoli

La tragica storia della città è conosciuta in tutto il mondo. Il fascino dei reperti, rimasti intatti sotto la lava dopo l’eruzione del Vesuvio, continua ad attrarre turisti da tutto il mondo. Nel 2018 è stato il secondo sito più visitato.
Foto: Mentnafunangann [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]
 

Galleria degli Uffizi e Corridoio Vasariano – Firenze

Nel percorso museale, che si è classificato al terzo posto, spicca il corridoio che parte dagli Uffizi e termina nel Giardino di Boboli, di fronte a palazzo Pitti passando attraverso l’Arno e sopra il loggiato della chiesa di Santa felicita. Una posizione che consentiva alla famiglia granducale di assistere alla messa senza scendere tra il popolo.  Il percorso intero del corridoio riaprirà nel 2021. Qui un tratto del percorso.
 Foto: Diomidis Spinellis [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)]

L’uscita a palazzo Pitti, conosciuto non solo dagli amanti dell’arte, ma anche dagli estimatori della moda.
Foto: Sailko [CC BY 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)]
 

La Venaria reale – Torino

Come si evince dal nome, questo palazzo sabaudo era adibito a residenza di caccia. Dal 1997 è parte del patrimonio Unesco. Nel 2018 si è posizionata al settimo posto per numero di visitatori.
 Foto: Valerio Manassero [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]?
 

Pinacoteca di Brera – Milano

L’Accademia di Belle Arti di Brera venne fondata nel 1776 con un decreto dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria. Il palazzo ha origini medievali, ma a fine Cinquecento ha raggiunto la sua magnificenza sotto la guida dei Gesuiti, che vi istituirono un’università. Per il 2018 è stata diciottesima nella classifica del Mibac.
 Foto: Jean Christophe BENOIST [CC BY 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)]
 

Castello Miramare – Trieste

Fu eretto come residenza della corte Asburgica per volere di Massimiliano d’Asburgo-Lorena, arciduca d’Austria e imperatore del Messico, per farne la propria dimora da condividere con la moglie Carlotta del Belgio. La sua posizione, a picco sul mare, attira ogni anno centinaia di visitatori. Nel 2018 si è classificato in ventiseiesima posizione.
Foto: Walwegs [Public domain]
 

Castel del Monte – Andria

Questa fortezza del XIII secolo fu costruita per volere dell’imperatore del Sacro Romano Impero Federico II di Svevia. Nel 2018 si è classificato ventottesimo per numero di visitatori, sempre in crescita negli anni.
 Foto: Luca Lombardi [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)]
 Fonte: https://www.edilportale.com/news/2019/03/ambiente/cultura-millenaria-arte-e-mistero-le-opere-piu-visitate-d-italia_68942_52.html

Autore dell'articolo: edilportale.com