Fattura elettronica, via al nuovo standard europeo negli appalti

22/01/2019 – Via allo standard unico europeo sulla fatturazione elettronica negli appalti pubblici. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 148/2018, che recepisce la Direttiva 2014/55/UE.
 
La norma è stata adottata perché, anche se nel settore pubblico la fatturazione elettronica è già consolidata, ogni Paese europeo utilizza un suo standard, che spesso rende difficile la partecipazione alle gare d’appalto agli operatori di un Paese diverso.
 

Fattura elettronica, a chi si applica lo standard europeo

L’obbligo di utilizzare il nuovo standard europeo vale per le Pubbliche Amministrazioni e gli enti aggiudicatori di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.
 
Sono invece escluse le fatture elettroniche inerenti a contratti pubblici, stipulati nel settore della difesa e della sicurezza, nel caso in cui l’aggiudicazione e l’esecuzione siano dichiarate segrete o debbano essere accompagnate da speciali misure di sicurezza.
 

Fattura elettronica, standard europeo dal 18 aprile 2019

L’obbligo di utilizzare il nuovo standard europeo scatterà dal 18 aprile 2019. Le Amministrazioni aggiudicatrici sub-centrali avranno invece tempo fino al 18 aprile 2020.
 
Con un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate saranno definite regole tecniche specifiche, che si sommeranno a quelle già esistenti sulla fatturazione elettronica interna.
 
Il decreto pubblicato prevede l’istituzione di un Tavolotecnico permanente per la fatturazione elettronica che si occuperà dell’aggiornamento delle regole tecniche e del monitoraggio sulla loro corretta applicazione. Il tavolo valuterà inoltre gli impatti del nuovo standard europeo per la pubblica amministrazione e gli operatori economici.
 Fonte: https://www.edilportale.com/news/2019/01/normativa/fattura-elettronica-via-al-nuovo-standard-europeo-negli-appalti_68127_15.html

Autore dell'articolo: edilportale.com