Architettura e solitudine nella mostra “Cosmo”

Un bambino nudo in riva al mare, una signora carica di borse su uno sfondo Blue Klein, una sagoma nera in mezzo a una piazza ancora lucida di pioggia. C’è la solitudine al centro degli scatti di Alessandro Messina, protagonisti della mostra Cosmo, fino al 25 novembre nella sede di Fondazione Carispezia.

Cosmo 5

Foto Alessandro Messina

Un essere assorti che, talvolta, rimette in contatto con sé stessi, sempre complice il paesaggio, urbano o naturale: «In Cosmo l’uomo ritrova un nuovo ordine (cosmos) all’interno dei suoi stessi spazi, tra le linee architettoniche del mondo che ha costruito e in cui vive.», spiega l’artista spezzino, «La solitudine di questi personaggi non è intesa come abbandono, ma è una solitudine con cui ci confrontiamo tutti i giorni, un attimo di immersione nei nostri pensieri, nelle nostre scelte banali o importanti che siano, dove torniamo piccoli rispetto al mondo, perché forse lo siamo».

Cosmo 2

Foto Alessandro Messina

Di fronte alle immagini si è colti da una sensazione di disagio e immedesimazione, lo stesso effetto straniante che provoca riascoltare la propria voce registrata: siamo noi, eppure non ci riconosciamo. «Restiamo su queste fotografie sulla sensazione di spaesamento che provocano. […] Ritraggono una condizione esistenziale piuttosto che un luogo all’aperto, una dimensione dell’anima piuttosto che una realtà urbana.» […], racconta il curatore dell’esposizione e Direttore Artistico del Museo Novecento di Firenze Sergio Risaliti«Queste fotografie […] sono frutto di un pensiero sulla nostra condizione moderna, anzi post-post moderna. Sulla solitudine che ci siamo costruiti dentro e attorno». Ad accompagnare la personale, un catalogo edito da Forma – editore.

COSMO-cover-libro 

dove: Fondazione Carispezia, Via D. Chiodo 36, La Spezia
quando:
Dal 15 ottobre al 25 novembre 2021, ingresso libero

fondazionecarispezia.it

Living ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: https://living.corriere.it/tendenze/arte/mostra-alessandro-messina-fondazione-carispezia/

Autore dell'articolo: living.corriere.it