Stile Japandi e tante piante per un appartamento con serra a Taiwan

Punta tutto sulla zona giorno questo appartamento nel centro di Taipei, nel quale prevale il mix fluido delle varie funzioni, ed è progettato secondo l’idea, quasi utopica, di vivere all’aria aperta in una metropoli. «Il progetto interpreta il desiderio dei proprietari di prendere il sole in una serra circondati dalle piante, combinato all’esigenza del lavoro da casa nell’era post-pandemia», come affermano da NestSpace Design, lo studio di Taiwan che si è occupato della ristrutturazione e della riorganizzazione spaziale di questo appartamento di 140 mq pensato per una famiglia.

Per Jardín del Sol, questo il nome della residenza, gli architetti hanno proposto uno schema che rompe i confini tra il dentro e il fuori. La chiave dell’intervento è stata l’introduzione di una “scatola di vetro” – meno di una stanza e più di una terrazza, verrebbe da dire – nella parte anteriore dell’abitazione, nella zona che dà l’accesso alla casa. Una serra diventata il punto cruciale e detta anche lo stile dell’appartamento: «La famiglia proprietaria ama vivere circondata dalle piante, con l’idea che la natura sia nutrimento per i bambini: toccando la terra, crescendo nel verde, comprendono l’evoluzione e il mistero stesso della vita», affermano gli architetti. Molti specialisti hanno dimostrato che la natura faccia bene alla salute mentale ed è indubbio che uno spazio verde generi relax e contribuisca al benessere, a maggior ragione se rimane a portata di mano nel posto dove si lavora. Questa risulta quindi una soluzione eccellente: spazio abitativo-professionale-giardino tutto in uno.

Per quanto riguarda la suddivisione interna, l’appartamento ha tre camere (una delle quali adibita a stanza dei giochi), numerose zone accessorie come bagni, guardaroba e storage e un grande living aperto con cucina, zona pranzo, salotto e appunto questa serra-giardino. Gli architetti hanno definito le funzioni delle diverse aree attraverso “delle linee invisibili”: pareti vetrate, porte scorrevoli e pilastri finitura cemento per sostituire il più possibile le pareti divisorie e rendere quindi la sensazione visiva di stanze più grandi.

Lo spazio è stato concepito attivamente anche per la funzione home office. Gli architetti pensano che «sia utile disporre di spazi diversificati e flessibili per lavorare in situazioni diverse, in base all’umore o alle esigenze, e migliorare così l’efficienza». Niente di tecnico ma tutto molto funzionale: in questo appartamento si ha la possibilità di lavorare nella zona studio dietro il divano, al tavolo riunioni o in modalità rilassata nella serra.

L’arredamento è una profusione di linee essenziali nello stile Japandi, che accomuna le matrici scandinava e orientale, molto in voga al momento, caratterizzato da colori neutri, materiali naturali e l’uso consistente del legno, in questo caso in un’unica essenza, per pavimenti e arredi.

GUARDA ANCHE:

Japandi, lo stile che unisce Scandinavia e Giappone, tra i trend dell’anno

Gli architetti definiscono lo stile “bohemian-scandinavo di lusso a piedi nudi”, il risultato è un cottage danese in chiave zen sulla costa a un’ora da Copenhagen

Stile minimal e materiali naturali per una casa sul mare del Nord

Living ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: https://living.corriere.it/case/minimal/stile-japandi-appartamento-con-serra/

Autore dell'articolo: living.corriere.it