11 piante da balcone resistenti e facili da coltivare

Con la bella stagione alle porte, pensiamo in grande anche nei piccoli spazi, anche se non abbiamo il pollice verde: le piante da balcone resistenti ci facilitano il compito. Liberiamoci dei vasi troppo piccoli e sfruttiamo al massimo la superficie per contenitori grandi da riempire con piante rustiche e voluminose; nelle fioriere su davanzali e sulle ringhiere puntiamo tutto su una unica specie botanica: meglio poche e ben selezionate.

Al sole, posizioniamo la rotonda Abelia grandiflora, oppure il rosso Loropetalum, e gerani a volontà perché sono forti e insieme diventano più belli, infine il bambù se vogliamo creare quinte naturali. All’ombra, puntiamo sui viburni, sfoltiti alla base del fusto per dare una forma armoniosa e più slanciata, oltre a pitosfori, ligustri, dracene.

Olivi nani

Adatti a crescere in vaso, non producono frutti ma sono ornamentali e forti, purché esposti al sole almeno per tre o quattro ore al giorno. Tollerano la siccità, tuttavia è meglio non esagerare con le temperature torride. Crescono in contenitori capienti e con substrato arricchito, inoltre la potatura dei piccoli alberi è importante per sfoltire la chioma.

Perlagonium

Con i loro fiori rossi, rosa, fucsia e viola, richiedono poche cure, substrati leggeri e concimati. È utile rimuovere spesso il secco con le mani per dare vigore alla pianta. Si adattano bene in fioriere piccole. Prima di mettere a dimora, rompere delicatamente la base della zolla per far radicare più velocemente. Si consigliano bagnature regolari in estate, ma non sulle foglie.

Phyllostachys humilis

La specie di bamboo adatta a crescere in vaso si chiama Phyllostachys humilis, ha canne sottili e un apparato radicale che tollera la restrizione data dal contenitore. Perfette per creare quinte ariose che lasciano filtrare la luce. La manutenzione è indispensabile: bisogna dividere le zolle ogni due anni altrimenti svasare le piante può diventare molto difficile e faticoso. Nebulizzare sulle foglie spesso, soprattutto in estate, in aggiunta a regolari bagnature.

piante-da-balcone-resistenti-7. bamboo-livingcorriere

Abelia grandiflora

Tra le specie arbustive, è quella che si adatta con più successo a crescere in vaso. Produce bei volumi e offre cambiamenti cromatici stagionali molto suggestivi che vanno dal verde in estate al rossastro in autunno. Da coltivare in un vaso di almeno 40 cm di diametro. Terreno profondo e ricco, pieno sole o mezz’ombra.

Ficus

Alcune specie da interni si adattano bene all’aperto se la temperatura è mite e c’è luminosità (ma non troppa). Kenzia, piccole palme, Ficus alii o benjamina, pothos coltivato come ricadente. Un Ficus elastica versione outdoor può diventare molto grande, come un albero. Non coltivatele in pieno sole. Su balconi ombreggiati o piccoli terrazzi possiamo coltivarli in vasi molto grandi e decorati alla base con ricadenti, carex oppure rosmarini. Temono il ristagno idrico.

Dipladenia

Pianta rustica e disposta a tutto pur di arrampicarsi su tutori e grigliati per riempire di fiori i balconi assolati. Molte specie rampicanti come questa amano avere le radici in ombra e il fogliame in pieno sole. Concimare ogni anno tra febbraio e aprile. Pieno sole, mezz’ombra.

piante-da-balcone-resistenti-6. Dipladenias-livingcorriere

Pomodori rampicanti

Ideali per chi sogna un orto domestico capace di portare freschezza e qualche ortaggio anche in città. I pomodori si coltivano su tutori e possono essere poco ingombranti anche sui piccoli balconi urbani. Pieno sole, irrigazione accurata.

Edera ricadente

Questa specie abbinata a piantine di petunia, è una erbacea adatta a crescere in piccole fioriere e apprezzata per le fioriture vivaci che persistono per tutta l’estate, fino all’autunno. Innaffiature regolari per tutta la stagione calda, gradisce il sole e la mezz’ombra.

Rose rampicanti

Le rose rampicanti paesaggistiche hanno un portamento arbustivo e producono fiori a grappolo molto ornamentali, alcune sono rifiorenti. Hanno bisogno di molto sole, temono il vento. Vasi capienti e terra adatta ai rosai. Sono rustiche e molto vigorose.

Viburnum tinus

Grazioso e dal portamento rustico, produce bacche e fiori in estate. Ama il fresco quindi è adatto ai balconi ombreggiati. Scarsa manutenzione, cresce molto bene in vasi profondi.

Agrumi

Profumatissimi e dai frutti colorati, gli agrumi temono solo il freddo e i terreni argillosi. Richiedono lievi potature ogni tre anni, per ottenere una forma armoniosa e equilibrata. Da maggio a ottobre l’irrigazione è fondamentale, cosi come il trattamento contro le cocciniglie. Per chi è alle prime armi, meglio iniziare con il limone rosso, semplicissimo da coltivare.

GUARDA ANCHE:

Piante da interni che resistono a tutto

10 piante sempreverdi da balcone

10 piante per una casa con poca luce

Sonia Santella

Sonia Santella green designer

La semplicità vince
Nata a Roma, formata a Stoccolma e in giro per l’Europa. Oltre a progettarli, i giardini amo raccontarli in libri e reportage. Vivo nella capitale in una casa anni 20, con figlio e due cani. L’idea per un progetto salta fuori quando meno te lo aspetti, ma per realizzarla ci vuole una buona capacità di sintesi: prima di aggiungere scegliamo cosa togliere. Giardino o terrazzo, vince la semplicità, l’armonia dei volumi, le ambientazioni che esprimono una scelta di stile. Ho un’altra passione, le facciate delle case d’epoca, una vera e propria ossessione. Questo il mio sito

Living ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: https://living.corriere.it/tendenze/green/11-piante-da-balcone-resistenti-e-facili-da-coltivare/

Autore dell'articolo: living.corriere.it