Singapore: una mostra sulla green city in evoluzione

Goh Yu Han, dello studio Dressing Salad, invita l’uomo a cambiare la sua percezione sulla natura. La natura, secondo Go Yu Han, non è qualcosa da domare, ma qualcosa con cui poter coesistere in armonia, da sostenere e rispettare. L’architetto, paesaggista e professore alla National University of Singapore Yun Hye Hwang racconta invece come spazi “rewilded”, con minimi interventi umani, siano strategici per incoraggiare e monitorare la biodiversità del nostro ecosistema.

Rispettare la natura per vivere meglio

Alle pareti, lungo il percorso della mostra, sono appesi pannelli che invitano le persone a riflettere sul futuro dell’uomo, delle città e della natura in relazione ad esse e al loro sviluppo. Singapore è pronta a lasciarsi immergere dalla natura? I suoi abitanti sono pronti a convivere con il suo lato più selvaggio e complesso? La mostra fa riflettere inoltre su come gli edifici green del futuro potranno contribuire a generare energia, ossigeno, e a sostenere la biodiversità. E su come la realizzazione di ambienti più naturali e meno costruiti possa contribuire alla gestione delle acque piovane, al sostegno della biodiversità e al miglioramento della nutrizione del suolo. La mostra, inoltre, porta il visitatore a interrogarsi sul ruolo dell’architetto del futuro. E sulla possibilità di investigare la salute e le prestazioni ambientali attraverso tecnologie avanzate come robot, sensori e imaging remoto.

A seguire le immagini di Enabling Village, un progetto di Dressing Salad. Enabling Village è uno spazio rivolto a persone con disabilità dedicato all’istruzione, al lavoro e alla formazione. 

Fonte: https://www.designdiffusion.com/2021/04/28/garden-dreaming-singapore-una-green-city-in-evoluzione/

Autore dell'articolo: designdiffusion.com