Tribute to E. Sottsass

Perno dell'intero progetto, come da premesse, la scala realizzata grazie al contributo di CPR Scale: un segno sottile e dinamico in metallo verde salvia  simbolica rappresentazione dell'archetipo dello zigzag. La stessa lamiera è stata utilizzata per creare alcuni stencil che decorano le pareti come opera d'arte. Le nicchie, già esistenti, rivivono trasformate in geometrie all'interno di geometrie.

Anche gli elementi d'arredo emanano una forza enigmatica: come fosse un orecchio, la madia Caruso di Miniforms è pronta ad ascoltare cosa accade nella stanza, mentre le sedute Pipe di Moroso, dalle forme semplici e generose, quasi arcaiche, danno corpo al rito dell'ospitalità. Come fossero una manciata di sassolini bianchi, le lampade a parete Gregg di Foscarini, insieme a un birillo’ colorato che si erge, rigoroso, da terra, la Callimaco di Artemide, illuminano uno spazio che a nord ritrova la sua stella: Hsing, il vaso della collezione Ceramiche Pop disegnata da Ettore Sottsass e oggi rieditata da Alessio Sarri. In omaggio al Maestro, appunto.

Fonte: https://www.internimagazine.it/news/tributo-sottsass/

Autore dell'articolo: internimagazine.it