A Milano nasce lo spazio digitale Phyd Hub

Secondo il World Economic Forum, nei prossimi 3 anni, a livello globale, l’evoluzione del mondo del lavoro – accelerata dalla tecnologia, dal digitale e dell’automazione – determinerà la nascita di 133 milioni di nuove opportunità occupazionali, a fronte di 75 milioni di posti di lavoro destinati a scomparire. Unioncamere stima che, solo in Italia, ci sarà bisogno di 2.5 milioni di occupati in più e il 75% delle aziende nei prossimi sei mesi reagirà alla crisi prodotta dal Covid-19 con attività di re-skilling del proprio personale. Per rispondere a questi nuovi paradigmi, è nato il nuovo spazio di Phyd, digital venture di The Adecco Group, nel cuore di Milano, dedicato a orientamento e percorsi di up-skilling e re-skilling per studenti, professionisti e imprese attraverso esperienze phy-gital.

La location, ideata e costruita con un investimento di oltre 6 milioni di euro, comprensivo della realizzazione della piattaforma, mira a formare e valorizzare il capitale umano con le nuove skill richieste dalla costante trasformazione che il mercato del lavoro sta conoscendo. Phyd Hub, infatti, rappresenta la naturale evoluzione della piattaforma digitale Phyd, che, attraverso le soluzioni di intelligenza artificiale di Microsoft, misura l’attitudine e l’occupabilità di una persona rispetto a una professione, ricavandone il grado di adeguatezza e rilevanza (employability index).

“Phyd nasce con l’obiettivo di nutrire la conoscenza attraverso un percorso di esperienze e fruizione che coniuga fisico e digitale – ha dichiarato Manlio Ciralli, Chief Executive Officer di Phyd -. L’obiettivo primario è quello di dare alle persone la possibilità di porsi in uno stato di aggiornamento continuo. Al giorno d’oggi le competenze diventano obsolete nel giro di pochi anni e porsi in una condizione di consapevolezza e apprendimento costante è diventato indifferibile per coltivare l’occupabilità di lungo periodo. Inoltre, Phyd nasce come progetto phy-gital con l’ambizione di amplificare, attraverso l’intelligenza artificiale, le opportunità di conoscenza e l’accesso ai contenuti senza distinzioni territoriali e, attraverso il luogo fisico, di mantenere la prossimità tra le persone laddove il networking e lo scambio di esperienze rappresenta di per sé uno strumento di miglioramento, contaminazione e conoscenza”.

Situata nel centro di Milano, in via Tortona, 31, la location si caratterizza per un palinsesto di contenuti cross-generazionali che si svilupperà ogni anno nell’arco di 44 settimane e sarà incentrato sui temi del future of work, del life long learning e delle skills emergenti. Di fondamentale importanza per la piattaforma il contributo di qualificati partner di contenuti formativi come Digital Update, Flowe, General Assemly, Lacerba, Lifeed, Life Learning, Mylia, Ninja Marketing e Skilla-Amicucci Formazione.

Lo spazio è organizzato su due livelli: il primo si apre con l’ingresso, che rappresenta una dimensione immersiva e segna il passaggio dal mondo fisico esterno a quello phygital della nuova piattaforma; in successione, poi, si trovano l’area training, che ospita 4 spazi Capsule pensati per la formazione individuale; le Forge (Light e Main), che rappresentano un luogo dedicato all’apprendimento verticale per piccoli gruppi; e, infine, la parte più estesa rappresentata dall’Arena che ospiterà corsi, workshop, talk ed eventi. Al piano superiore, invece, si trova il Patio, disegnato per accogliere eventi e presentazioni.

Phyd headquarters, Milano (ph. Guido De Bortoli)

Fonte: https://design.pambianconews.com/a-milano-nasce-lo-spazio-digitale-phyd-hub/

Autore dell'articolo: design.pambianconews.com