I Portici Hotel di Bologna si rinnova

Il revamping e l'ampliamento delle stanze portano la firma dello studio "Rizoma Architetture"

I Portici Hotel rappresenta un punto di riferimento importante nel panorama dell’ospitalità e dell’accoglienza della città di Bologna. Situato nel pieno centro storico, a pochi passi dalla stazione e dai principali monumenti, l’hotel si configura come un gioiello di stile ed eleganza, che occupa i cinque piani di Palazzo Maccaferri, edificio dell’Ottocento costruito tra Via Indipendenza, la Scalinata del Pincio e i Giardini della Montagnola.

Aperto nel 2007, I Portici Hotel offre un’esperienza avvincente al cliente attraverso l’armonia degli ambienti, il fascino dei 1500 metri quadrati di affreschi in stile Liberty, gli aromi, il design, l'arte, il cibo e i tessuti andando a creare una nuova idea di ricettività alberghiera aperta a turisti italiani ed internazionali.

La struttura, dotata di 90 camere, nel settembre 2019 ha presentato alla città l’ampliamento e il restyling delle proprie strutture ricettive: 11 nuove camere (di cui 10 progettate da Rizoma Architetture) di ampia metratura, ricavate dalla struttura adiacente alla storica location di Palazzo Maccaferri, collegata da una suggestiva area verde, con vista sulla seicentesca chiesa di San Benedetto. A questo intervento di ampliamento, si sono affiancati i lavori di revamping di 25 camere standard realizzati dal nostro studio, con il rinnovamento degli arredi e dei servizi, seguendo la linea stilistica di confort minimale e contemporaneo che caratterizza da sempre I Portici Hotel.

Per il progetto delle camere revamping, Rizoma Architetture ha utilizzato materiali contemporanei per i principali arredi: testata letto, armadio aperto con scrittoio integrato e pouf. Il design raffinato e i colori caldi, mixati con elementi di illuminazione preziosi rispecchiano lo stile dell’intero hotel, rispettando e esaltano le preesistenze. Le opere d’arte, già presenti nelle camere sono state ricollocate e integrate con elementi di styling più contemporanei.

Il progetto delle 10 nuove camere è pensato in continuità, in termini di design e materiali, con il progetto di revamping delle 25 camere esistenti. Il progetto si fonda sulla presenza di grandi finestre che rendono le camere estremamente luminose, alcune affacciate direttamente sulla monumentale Via Indipendenza, altre più interne affacciate su terrazze. Queste ultime, come giardini segreti, donano all’ospite una visione inaspettata in un albergo metropolitano. Le 10 nuove camere, 6 camere matrimoniali superior, 3 camere family e 1 suite, pur differendo in termini di metratura e capienza sono tuttavia legate da uno stile unico e fortemente riconoscibile.

Le camere più grandi, dotate di un divano letto, in grado di ospitare fino a 4 persone sono progettate per avere una zona notte e una zona giorno piuttosto definite, quest’ultima caratterizzata da un divano in ecopelle, un tavolino da caffè in metallo e da una poltrona comoda è perfetta anche la clientela business. La presenza di schermi TV grandi, incassati in pannelli custom, permette di organizzare conference call. L’illuminazione tecnica e decorativa si fondono nel creare un’atmosfera calda e accogliente, dando preferenza a luci diffuse piuttosto che dirette, a toni caldi piuttosto che freddi. I corpi illuminanti scelti, completano le scelte di styling che conferiscono un mood contemporaneo e alla moda anche in un contesto storico come Palazzo Maccaferri. Le camere risultano accoglienti e funzionali, esprimendo un ottimo mix di stile classico, ma di tendenza, allineato con i trend più contemporanei dell’hotellerie.

La cura del dettaglio, un design minimale ed elegante, la funzionalità sono i principi base di questo importante progetto.

Ph. © Fabio Bascetta

Autore dell'articolo: Redazione