Da Parigi, nuovi trend della decorazione e creativi emergenti

A settembre si rinnova il consueto appuntamento a Parigi con le novità del design e della decorazione proposte dalla fiera Maison&Objet e dalla kermesse in città, la Paris Design Week che festeggia dieci anni di attività.

L’edizione autunnale di Maison&Objet, che compie 25 anni, si presenta in due versioni, fisica e digitale. Chi infatti non potesse esserci ‘in presenza’ può trovare spunti, idee e prodotti visitando la fiera online. Tante le sezioni tematiche e gli incontri con gli esperti del settore che arricchiscono il portale della fiera, mentre la città accoglie mostre allestite in luoghi di charme visitabili di persona.

I flâneur del progetto possono perdersi tra le vie della Ville Lumière alla scoperta degli showroom più ricercati, riuniti in quattro zone calde: Saint Germain-des-Prés, Opéra-Concorde-Etoile, Les Halles-Marais-Bastille e Pigalle-Barbès-Stalingrad.

Il format di settembre 2020 è un ponte ideale verso l’edizione di gennaio 2021, che si prevede essere nuovamente visitabile di persona dal 22 al 26 gennaio. La sezione Work! and Project inizialmente prevista per questa edizione, slitterà al prossimo anno, così come l’installazione del designer dell’anno, l’architetto Franklin Azzi.

Noto per il progetto della promenade del lato sinistro della Senna, ha fondato lo studio FAA che annovera un team di 40 esperti, ed è parte del collettivo AOM selezionato per il disegno del grattacielo Tour Montparnasse e il distretto ad esso legato.

La Maisons&Objet Digital Fair si divide in due parti: proposte degli showroom e dei produttori nella sezione MOM Maison&Object and More che è accessibile tutto l’anno, e la sezione dei Digital Talks da parte degli esperti su temi come habitat, contract e giovani editori di design. Il dibattito tra Elizabeth Leriche, Francois Bernard e Francois Delclaux fa il punto sui nuovi trend.

Tra i filoni di ricerca del design, che è anche  e soprattuto decorazione d’interni, vi sono i concetti di progetto sostenibile e savoir faire artigianale. E quello di promuovere i giovani talenti a livello internazionale. Il palcoscenico ideale per scoprire le creazioni dei creativi emergenti è dal 3 all’8 settembre in occasione della Paris Design Week Factory, allestita in tre location d’eccezione: L’Espace Commines e in due sedi della Galerie Joseph in Rue Froissart e Rue de Turenne.

Maison&Objet Digital Fair 4-18 settembre 2020 e Paris Design Week 3-12 settembre 2020

dove: Parigi e online su MOM (Maison&Objet and More) il portale che, dal 2016, consente di tenersi aggiornati tutto l’anno da remoto

Fonte: https://living.corriere.it/tendenze/design/maison-objet-paris-design-week-2020/

Autore dell'articolo: living.corriere.it

Da Parigi, nuovi trend della decorazione e creativi emergenti

A settembre si rinnova il consueto appuntamento a Parigi con le novità del design e della decorazione proposte dalla fiera Maison&Objet e dalla kermesse in città, la Paris Design Week che festeggia dieci anni di attività.

L’edizione autunnale di Maison&Objet, che compie 25 anni, si presenta in due versioni, fisica e digitale. Chi infatti non potesse esserci ‘in presenza’ può trovare spunti, idee e prodotti visitando la fiera online. Tante le sezioni tematiche e gli incontri con gli esperti del settore che arricchiscono il portale della fiera, mentre la città accoglie mostre allestite in luoghi di charme visitabili di persona.

I flâneur del progetto possono perdersi tra le vie della Ville Lumière alla scoperta degli showroom più ricercati, riuniti in quattro zone calde: Saint Germain-des-Prés, Opéra-Concorde-Etoile, Les Halles-Marais-Bastille e Pigalle-Barbès-Stalingrad.

Il format di settembre 2020 è un ponte ideale verso l’edizione di gennaio 2021, che si prevede essere nuovamente visitabile di persona dal 22 al 26 gennaio. La sezione Work! and Project inizialmente prevista per questa edizione, slitterà al prossimo anno, così come l’installazione del designer dell’anno, l’architetto Franklin Azzi.

Noto per il progetto della promenade del lato sinistro della Senna, ha fondato lo studio FAA che annovera un team di 40 esperti, ed è parte del collettivo AOM selezionato per il disegno del grattacielo Tour Montparnasse e il distretto ad esso legato.

La Maisons&Objet Digital Fair si divide in due parti: proposte degli showroom e dei produttori nella sezione MOM Maison&Object and More che è accessibile tutto l’anno, e la sezione dei Digital Talks da parte degli esperti su temi come habitat, contract e giovani editori di design. Il dibattito tra Elizabeth Leriche, Francois Bernard e Francois Delclaux fa il punto sui nuovi trend.

Tra i filoni di ricerca del design, che è anche  e soprattuto decorazione d’interni, vi sono i concetti di progetto sostenibile e savoir faire artigianale. E quello di promuovere i giovani talenti a livello internazionale. Il palcoscenico ideale per scoprire le creazioni dei creativi emergenti è dal 3 all’8 settembre in occasione della Paris Design Week Factory, allestita in tre location d’eccezione: L’Espace Commines e in due sedi della Galerie Joseph in Rue Froissart e Rue de Turenne.

Maison&Objet Digital Fair 4-18 settembre 2020 e Paris Design Week 3-12 settembre 2020

dove: Parigi e online su MOM (Maison&Objet and More) il portale che, dal 2016, consente di tenersi aggiornati tutto l’anno da remoto

Fonte: https://living.corriere.it/tendenze/design/maison-objet-paris-design-week-2020/

Autore dell'articolo: living.corriere.it