Milano ArtWeek 2020

Un’edizione speciale per Milano ArtWeek 2020 che, dalla sua originaria collocazione primaverile, a causa dell’emergenza sanitaria slitta dal 7 al 13 settembre. Una settimana di mostre, inaugurazioni e iniziative dedicate al mondo dell’arte contemporanea, molte delle quali fruibili in presenza, sempre in collaborazione con miart, la fiera internazionale e di arte moderna e contemporanea che per questa edizione sarà realizzata in versione digitale , in attesa della prossima già programmata per l’aprile 2021. (Foto apertura: Maurizio Nannucci, New Times for Other Ideas _ New Ideas for Other Times, 2020, courtesy ArtLine Milano. Foto di Alberto Fanelli)

Tra le novità di quest’anno, la presenza associata di un gruppo di importanti gallerie d’arte contemporanea milanesi che, in occasione di Milano ArtWeek, mercoledì 9 terranno aperti i loro spazi dalle 15 alle 22 per una “maratona” con una serie di eventi speciali.

Tante le iniziative “dal vivo” nel programma della Milano ArtWeek 2020, a partire dalle performance ospitate dal PAC Padiglione d’Arte Contemporanea all’interno della rassegna “Performing PAC. Made of Sound”, fino alle molte nuove mostre allestite in diversi sedi.

milanoartweek2020-2

Matteo Rubbi, Cieli di Belloveso, 2017, courtesy ArtLine Milano. Foto di Alberto Fanelli

Il Museo del Novecento, oltre al focus sul pittore astrattista Valentino Vago, vede durante questa settimana l’esposizione dell’opera vincitrice del Premio Acacia e l’apertura della personale dedicata a Franco Guerzoni, dal titolo “Accudire il frammento”; mentre a Palazzo Reale nell’Appartamento dei Principi apre mercoledì 9 “Out of the blue”, un viaggio nella tradizione della calligrafia compiuto da sei artisti cinesi contemporanei che si sono lasciati ispirare dal medium Alcantara®.

Allo Studio Museo Francesco Messina si passano il testimone le artiste Maria Cristina Carlini (fino all’8) e Roberta Colombo (dal 10), mentre la Casa Museo Boschi Di Stefano fino al 13 settembre espone una serie di opere grafiche inedita di Ugo La Pietra e il progetto espositivo “Acqua Fuoco Plastica Metalli” di Giovanna Giachetti. Il Museo della Scienza e Tecnologia propone la mostra fotografica “Milano Città Aperta” (dall’8) e “La voce dei metalli”, monografica di Roberto Ciaccio; mentreCasa degli Artisti ospita l’intervento “Casa delle Artiste” degli artisti del collettivo Gina X, realizzata ad hoc per Milano ArtWeek 2020; così come progetti speciali – fisici o virtuali – sono stati pensati e realizzati per questa edizione da Futurdome, Dimora Artica, Fondazione Pini, Assab One e Mars Milano.

milanoartweek2020-4

Installazione sonora MADE of SOUND al PAC. Foto Claudia Capelli

Il Comune di Milano partecipa ad ArtWeek 2020 non solo con i suoi istituti culturali ma anche con il progetto d’arte pubblica Artline Milano, che durante questa edizione vedrà l’inaugurazione di altre due opere, mercoledì 9 alle ore 19 presso il Parco di Citylife. Le due sculture si andranno ad aggiungere alle prime sei già installate all’interno del parco.

Anche Fondazione Prada, Pirelli Hangar Bicocca, La Triennale, Gallerie d’Italia, Fondazione Stelline, Museo Diocesano, Casa Testori sono protagonisti della Milano ArtWeek 2020, proponendo le proprie collezioni ed esposizioni temporanee d’arte moderna e contemporanea: giornate a ingresso gratuito, contenuti video speciali, dirette streaming e altro ancora.

LEGGI ANCHE

Fotografia Etica: al centro Covid-19 e crisi climatica

Fonte: https://living.corriere.it/tendenze/arte/milano-artweek-2020/

Autore dell'articolo: living.corriere.it