Reinventing Cities, Ceetrus in finale per Loreto e Bovisa

Reinventing Cities, Ceetrus in finale con i progetti di Loreto e Bovisa

One Works progettista insieme a Studio Battisti per BIM, Bovisa in the making

I due processi di riqualificazione urbana presentati dai due gruppi di lavoro guidati da Ceetrus Management & Development hanno passato la prima fase di qualifica di “Reinventing Cities”, il bando internazionale di rigenerazione urbana e ambientale promosso dal Comune di Milano insieme a C40.

Il primo progetto – denominato “Milano per LOC” – riguarda l’area di Loreto ed è stato presentato da Ceetrus, insieme agli studi di architettura Andrea Caputo e Metrogramma Milano. Il progetto focalizzato sulla sostenibilità, sull’implementazione degli spazi verdi e sulla promozione della ricchezza sociale, vede un folto gruppo di partner coinvolti su diversi aspetti: Arcadis su Development Management, ESG, strategie ambientali e Carbon Footprint, Land per lo sviluppato paesaggistico, MIC per la mobilità, Starching sugli aspetti ingegneristici e Siemens per ciò che concerne gli aspetti tecnologici. A Futureberry e Squadrati sono affidati lo studio del territorio e l’analisi dei trend sociali e a Temporiuso l’analisi dei fabbisogni locali. “Riprogettare Piazzale Loreto significa innanzitutto ripensare radicalmente il tema della mobilità carrabile equilibrando quest’ultima con la mobilità lenta e dolce oggi completamente assente in quel punto come continuità tra viale Buenos Aires, viale Monza e viale Padova”, dichiara Team Milano per LOC.

Il secondo progetto – denominato “BIM, Bovisa in the making” – riguarda la riqualificazione dell’area di Bovisa. Insieme a Ceetrus, sempre nel ruolo di capofila, costituiscono il gruppo di lavoro: One Works con Studio Battisti per il progetto architettonico, Arcadis per Development Management, ESG, strategie ambientali, Carbon Footprint e mobilità, con l’architetto Maddalena Gioia Gibelli per lo studio paesaggistico, AI Engineering per gli aspetti ingegneristici, Edoardo Tresoldi per Arte Pubblica Urbana e infine Futureberry per la definizione delle azioni di inclusione sociale. “BIM è un progetto che consolida il carattere di Bovisa – commenta Team BIM Bovisa in the Making – la trasforma in luogo centrale della città policentrica e la connette con la scala regionale e le opportunità della dimensione metropolitana, radicandola alle connessioni ferroviarie, alla comunità scientifica che vi risiede, alla storia industriale e al presente creativo del quartiere. Sostenibile per vocazione e per scelta”.

Fonte: https://design.pambianconews.com/reinventing-cities-ceetrus-in-finale-con-i-progetti-di-loreto-e-bovisa/

Autore dell'articolo: design.pambianconews.com