Le mostre dell’estate

Arte dopo la pandemia. Da nord a sud, i musei e le gallerie italiani hanno ripreso (quasi) a pieno regime le loro attività tra aperture alternate, obbligo di prenotazione, mascherine e distanziamento sociale. Un post lockdown all’insegna della cultura che renderà l’estate meno afosa e le vacanze speciali. Le mostre da non perdere per un tuffo nell’arte della nostra Penisola.

Mostre estate 2020


Sentieri d’arte a Cortina. Una passeggiata alla scoperta di due percorsi sulle Dolomiti d’Ampezzo, Gores de Federa e Pian de ra Spines, tra una serie di installazioni site specific che rimarranno esposte in modo permanente.

Ragusa Foto festival. Nella splendida cornice barocca di Ragusa Ibla si aprono le porte dei palazzi storici, il ricco programma culturale coinvolge fotografi, artisti, critici e numerosi operatori del settore con mostre, workshop, letture portfolio, talk e tanto altro.

Fabio Viale, l’artista che tatua le statue. Forme classiche e tatuaggi ribelli: i busti dello scultore piemontese debuttano nella mostra Truly a Pietrasanta.

Daniel Buren in mostra alla GAMec. L’artista francese espone per la prima volta in Italia i suoi teli in fibra luminosa. Da non perdere a Bergamo.

Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu. La fotografa Annie Leibovitz, il regista Wim Wenders, lo scrittore Javier Cercas, la conservatrice e direttrice del dipartimento di Stampe e Fotografia della Bibliothèque nationale de France Sylvie Aubenas, il collezionista François Pinault, sono stati invitati a loro volta a scegliere ciascuno una cinquantina di immagini del fotografo francese. A Palazzo Grassi, Venezia.

Inge Morath. Il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita una retrospettiva dedicata alla fotografa austriaca (Graz, 1923 – New York, 2002), la prima donna a essere accolta nell’agenzia Magnum Photos.

Banksy. La mostra-evento del writer di Bristol a Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Oltre 100 opere di uno degli artisti più discussi e al tempo stesso ammirati del nuovo millennio, tra cui alcuni dipinti, serigrafie e numerosi stencil.

Raffaello. Una grande monografica alle Scuderie del Quirinale di Roma. Oltre duecento capolavori tra dipinti, disegni ed opere di confronto, di Raffaello Sanzio, superstar del Rinascimento, nel cinquecentenario della sua morte, avvenuta a Roma il 6 aprile 1520 all’età di appena 37 anni.

Tomas Saraceno. A Palazzo Strozzi di Firenze l’installazione dell’artista argentino, tre sfere specchianti pronte a spiccare il volo verso un mondo migliore, apre le danze della più grande mostra mai realizzata in Italia a lui dedicata.

Cinque minuti con Monet. Un’esposizione con un solo dipinto e 4-5 visitatori alla volta al Palazzo Ducale di Genova. Un’occasione unica, una visita a tu per tu con le Ninfee del pittore francese, considerato uno dei fondatori dell’impressionismo.

Steve McCurry. La mostra Icons, promossa dal Comune di Cagliari presenta per la prima volta in Sardegna circa 100 scatti del fotografo statunitense che costituiscono l’insieme e forse il meglio della sua vasta produzione, a partire da alcuni scatti, gli unici in bianco e nero, realizzati tra il 1979 e il 1980 nel suo primo reportage in Afghanistan.

Ren Hang. La mostra Nudi al Centro Pecci di Prato raccoglie una selezione di 90 fotografie provenienti da collezioni internazionali, accompagnate dalla documentazione del backstage di un suo shooting nel Wienerwald nel 2015 e da un’ampia selezione dei libri fotografici da lui realizzati.

L’estate in Triennale. Intrattenimento, cultura e spettacolo si spostano all’aria aperta, all’ombra della Torre Branca. Fino al 30 settembre incontri giornalieri dedicati a design, architettura, arte, fotografia, letteratura e filosofia.

GUARDA ANCHE:

Giardini, parchi e labirinti italiani: un tesoro da riscoprire

Edoardo Tresoldi “ricama” colonne d’acciaio alte 8 metri a Reggio Calabria

Fonte: https://living.corriere.it/tendenze/arte/mostre-estate-2020/

Autore dell'articolo: living.corriere.it