Stanze a colori e spazi flessibili per un appartamento a Madrid

Un edificio residenziale in un angolo pittoresco del Malasaña, il quartiere pop “delle Meraviglie” che fu epicentro di quella Movida madrileña, movimento liberatorio di spaccatura, identificato con la cosiddetta cultura alternativa e la scena underground, esploso nella capitale spagnola dopo la fine della dittatura capeggiata da Francisco Franco. Un po’ di quello spirito rivoluzionario Anni 80 rivive nei 125 mq di questo interno, progettato da Gonzalo Pardo di studio Gon, che ne ha co-firmato la stesura con l’architetto Ana Torres, convinto che “il lavoro collaborativo renda il progetto più ricco”.

Il risultato è un appartamento anticonformista per colori, scelta dei materiali e per “il punto di vista ludico, sperimentale, critico e ottimista della contemporaneità”, denominatore comune dei progetti Pardo, del quale è un po’ l’emblema l’episodio della vasca-piscina che campeggia nel soggiorno del suo attico a Madrid.

In questo caso l’architetto ha disegnato uno spazio multifunzionale, pensato per le diverse esigenze di un giornalista cinquantenne, e descritto in tre parole secche: libero, fluido e colorato. Pardo ha condotto la ricerca sul concetto di “soggiorno polivalente” come spazio abitativo e adatto allo smart working, che può essere costantemente riconfigurato in base alle esigenze del proprietario Carlos, facilitando allo stesso tempo il suo lavoro così come i momenti privati.

Le citazioni Anni 80 sono eseguite in modo lieve anche nell’arredamento, concepito principalmente con la caratteristica che fosse leggero e variopinto. I colori primari sono usati per falsare le prospettive regalando l’illusione ottica di soffitti altissimi e vie di fuga scenografiche, come avviene col blu nella cucina, il giallo del bagno o il rosso spento che delimita l’inaspettato winter garden nella camera padronale. La casa offre anche la sorpresa di un angolo segreto: è la cosiddetta dark room, una stanza da letto extra con bagno dedicata agli ospiti, che si crea all’occorrenza semplicemente facendo scorrere un pannello-porta.

GUARDA ANCHE:

L’attico “libero” a Marsiglia

Charme bohémien in una mansarda nella capitale francese

Un colore per cambiare in un progetto di restyling a Londra

Fonte: https://living.corriere.it/case/eclettiche/stanze-a-colori-e-spazi-flessibili-per-un-appartamento-a-madrid/

Autore dell'articolo: living.corriere.it