Arte, architettura e design: 5 cose da fare nel weekend

Fino a settimana scorsa, i musei da vedere online e le iniziative digitali delle varie istituzioni culturali erano la novità. Si prolunga il lockdown e #iorestoacasa diventa la norma. L’offerta si moltiplica e ogni giorno nascono nuovi progetti, né più né meno di quello che succede solitamente, con l’unica differenza che sono tutti disponibili all’improvviso sugli schermi dei nostri tablet, televisori, computer o telefoni. Cosa scegliere? Ecco una mini selezione per il weekend.

Viaggi da camera

La Fondazione Trussardi riprende il celebre romanzo settecentesco di Xavier De Maistre Viaggio intorno alla mia camera – scritto durante un soggiorno obbligato di 42 giorni in una stanza di Torino – per invitare una serie di artisti ad aprire le porte delle loro stanze reali e immaginarie. Il risultato è il progetto Viaggi da camera, una grande opera corale in divenire, partita il 27 marzo con un’immagine di Carlo Benvenuto (nell’immagine di apertura), e seguita dai contributi di Maurizio Cattelan, Grazia Varisco, Giuseppe Penone, Massimo Grimaldi, Micol Assael, Diego Perrone. E i prossimi? Da scoprire nel weekend: ogni giorno, un nuovo lavoro viene pubblicato un progetto sul sito e sui canali social. Un minuto del nostro tempo, per cambiare prospettiva.

La casa secondo Patricia Urquiola

Domenica 5 aprile l’incontro – virtuale, ovviamente – da non perdere è con Patricia Urquiola che sarà protagonista di una diretta streaming nell’ambito del progetto Decameron della Triennale di Milano. In dialogo con lo scrittore e curatore Gianluigi Ricuperati, la designer parlerà del rapporto con lo spazio domestico, del ruolo che ha la casa nel momento attuale e di come ci comportiamo in questi giorni all’interno del nostro spazio. L’appuntamento è alle 17.00 su Instagram.

Patricia Urquiola (c)Marco Craig

La gita al museo

Come si sa, i musei di tutto il mondo si stanno organizzando per rendere possibili delle visite virtuali alle proprie collezioni. Qui un link che raccoglie le iniziative più importanti. Da dove partire? Il consiglio è di approfittare di questo momento per fare qualcosa che non faremmo normalmente. Perché quindi non andare a sbirciare all’interno di un grande classico italiano come la Pinacoteca di Brera o gli Uffizi? Siamo abituati a fare i turisti all’estero, un po’ meno nel nostro Paese. La visita virtuale non sostituirà di certo l’esperienza dal vero ma ad emergenza finita potrebbe farci tornare la voglia di riscoprire le bellezze italiane, che oggi più che mai hanno bisogno di noi.

cose-da-fare-weekend-venere-botticelli-uffizi

Guardare un film: architettura, design, moda e arte

Nei giorni scorsi abbiamo raccolto per voi una bella lista di titoli disponibili sulle comuni piattaforme video che raccontano i grandi dell’architettura, da Frank Lloyd Wright a Rem Koolhaas, Renzo Piano o Gae Aulenti. A questi aggiungiamo altri due consigli.

Il primo viene dal Milano Design Film Festival che offre agli iscritti alla sua newsletter la possibilità di guardare gratuitamente un film alla settimana. Si parte con un documentario del 1998 della regista Enrica Viola intitolato Se la vita è meglio, butti via la telecamera dedicato alla figura del creativo Marcello Piccardo e alla storia della sua casa di produzione a Monte Olimpino, Como.

Il secondo è solo un trailer, da vedere in attesa che esca – il 10 aprile – il film completo che può già essere preordinato qui. Si tratta di In His Own Words, documentario che racconta una delle figure più eclettiche e rivoluzionarie della moda: Martin Margiela.

Se non vi basta, c’è anche la rassegna della Fondazione Prada che ripropone sulla piattaforma Mubi una serie di film “incompresi”.

Esplorazioni quotidiane, per bambini e non solo

Keri Smith, illustratri e autrice di libri per bambini come Distruggi questo Diarioha creato in occasione del lockdown il sito Exploration of the day dove propone ogni giorno un’attività da fare in casa per bambini ma non solo, ispirata all’opera di artisti e creativi contemporanei.
Una frase di Cindy Sherman, ad esempio, è lo spunto per proporre un travestimento e l’interpretazione di un personaggio, la collezione di trottole di Ray Eames diventa un invito a creare un piccolo inventario dei propri oggetti preferiti o, ancora, una dichiarazione di Andrea Zittel (“Ogni spazio in cui ho vissuto l’ho trasformato in un progetto d’arte”) diventa lo spunto per creare un rifugio personale dove ritirarsi a pensare, giocare o qualsiasi altra cosa. Disponibile in quattro lingue, la traduzione italiana è a cura di Corraini, casa editrice che pubblica i suoi libri, disponibili online.

01_SMI_wreckGrande_161

Fonte: https://living.corriere.it/tendenze/lifestyle/5-cose-da-fare-nel-weekend-arte-architettura-design/

Autore dell'articolo: living.corriere.it