Il gioco delle carte (da parati)

Panoramiche, adatte per ambienti umidi come bagni e cucine e perfino utili per rivestire la doccia décor in una salle d’eau che è tutt’uno con la camera da letto e, perché no, il living. Le nuove carte da parati si sfruttano anche per cambiare pelle alla facciata di una villa. Sono infatti parati hi-tech ultraresistenti, realizzati anche in grandi formati da adattare su misura allo spazio da decorare. Quando ai motivi grafici dei rivestimenti, spesso realizzati con colori e motivi on demand, il tema foliage è sempre d’attualità. Interessante l’avvento di carte a grandi pannelli che rivisitano i classici trompe l’oeil con fughe prospettiche e falsi fondali che rendono visivamente più ampi gli ambienti. In alcuni casi, materiali d’eccezione come intonaco a base di calce e superfici effetto tessuto, creano ambienti neutri o, per contrasto, dai riflessi iridescenti. Così, la scenografia è subito pronta e, in caso di rifacimento nel tempo, facile da demolire e da riprisitnare con interventi minimi.

Fonte: http://living.corriere.it/arredamento/decorazione/carta-da-parati-2/

Autore dell'articolo: living.corriere.it