Speronari Suites: le nuove suite a un passo dal Duomo di Milano

Un nuovo progetto di ospitalità, per una clientela internazionale: sono le nuove Speronari Suites, 22 stanze e appartamenti raffinati in pieno centro a Milano

speronari-suites-milano.jpg

Progettate dallo studio di architettura Angus Fiori, con gli interni a cura di Francesca Attolini, le suite si distinguono per il gusto metropolitano e gli arredi confortevoli. Alla base, un’idea di Paolo Catoni e Martino Curti, di Hotel Solutions, che hanno visto nell’unione tra Speronari Suites e il bistrot El Porteno un connubio ideale, che mancava, nel centro di Milano.

speronari-suites.jpg

L’edificio, un palazzo milanese dell’800, è stato ristrutturato nel rispetto dell’architettura milanese. Le facciate hanno conservato l’impianto originario, ma ora sono arricchite da nuove aperture, con finestre a tutt’altezza, che offrono luce agli ambienti pur isolando acusticamente, grazie ai serramenti di ultima generazione.

speronari-suites-jpg

Anche per le finiture la scelta è caduta su materiali e colori neutri. I pavimenti sono in legno a grandi doghe, le scale in diverse varietà di marmi e pietre. I corridoi hanno pavimenti tessili corridoi tessili ad affetto tatami, e in alcune stanze domina il legno per gli arredi. I colori sono caldi e neutri, spaziando tra diverse tonalità di grigio e beige, con punte di giallo e ocra, come da tradizione milanese.

Per i materiali di finitura, la scelta è caduta su risorse locali, e su aziende che rispettano criteri di sostenibilità per la produzione. 

Speronari Suites: arredi su misura

Gli interni, progettati su misura da Francesca Attolini, sono caratterizzati da rivestimenti in tessuti morbidi e confortevoli, in colori caldi. Gli arredi delle stanze non sono omogenei, ma si differenziano per colori e pattern nei tessili di Dedar. Oppure diventano ancora più essenziali, con legno e metallo, per un gusto ancora più metropolitano.

speronari-suites.jpg

L’illuminazione delle zone comuni, come i corridoi, utilizza luci incassate Kreon. Le stanze accolgono lampade di Zava, e alcune di Tom Dixon, che ha fornito anche molti accessori.

speronari-suites-milano.jpg

A completamento delle stanze, Speronari Suites offre palestra e spa, con macchinari Technogym e sauna Starpool

speronari-suites-milano.jpg

Aperto anche al pubblico esterno, è il bistrot-ristorante argentino Porteno Gourmet, che affiancherà lo spirito argentino all’allure milanese. 

Scopri anche AUGust Anversa, un ex-convento trasformato in hotel da Vincent Van Duysen

Scopri anche 25hours The Circle Hotel a Colonia, il grande albergo di charme 

Fonte: https://www.designdiffusion.com/2019/12/06/speronari-suites-duomo-milano/

Autore dell'articolo: designdiffusion.com