La nuova opera di Maurizio Cattelan è una banana attaccata al muro

Chissà se anche quest’opera farà la fine del water d’oro rubato alla mostra al Blenheim Palace. Certo è che anche questa volta Maurizio Cattelan riesce a far discutere: la sua ultima opera infatti è una banana attaccata al muro con lo scotch. L’opera presentata dalla galleria Perrotin a Art Basel, probabilmente la più importante fiera d’arte contemporanea del mondo, e sono già state vendute due edizioni delle tre disponibili per 120.000 ognuna. Un lavoro che ancora una volta vuol far riflettere sulla scelta e la modalità con cui diamo valore a un oggetto.

L’idea nasce da un’abitudine di Cattelan, ogni volta che è in viaggio compra una banana e l’appende nella sua camera per cercare l’ispirazione. L’idea di presentare il lavoro nasce un anno fa e, dopo aver creato dei modelli in resina e in bornzo, ha deciso di usare una vere banane, comprate da un fruttivendolo di Miami. Comedian, questo il titolo dell’opera, è secondo le parole del fondatore della galleria Emmanuel Perrotin, un «simbolo del commercio globale, nonché un dispositivo classico per l’umorismo, che ribadisce la capacità dell’artista di trasformare oggetti banali in veicoli di gioia e critica».
E se ve lo state chiedendo, no, non ci sono istruzioni su cosa farne quando inizieranno a decomporsi.

Foto Courtesy Maurizio Cattelan

banana-maurizio-cattelan

Fonte: http://living.corriere.it/tendenze/arte/maurizio-cattelan-banana/

Autore dell'articolo: living.corriere.it