Connecting Dots: Il nuovo progetto editoriale del Master in Visual Arts for the Digital Age

Anche quest’anno gli studenti del Master in Visual Arts for the Digital Age si sono messi alla prova nella realizzazione di un progetto editoriale completo: Connecting Dots, finemente curato sia nel design sia nella preparazione dei testi. Un progetto che concentra l’attenzione sul mondo dell’arte contemporanea di Milano, e nello specifico su quegli spazi, giovani e non commerciali, che hanno dimostrato un’attenzione per la media art e le arti visive dell’era digitale.

Invitati a conoscere nel profondo la città, le sue mostre, gli artisti e i curatori presenti, gli studenti hanno esplorato di persona la rete di spazi indipendenti milanese e selezionato quelli più adatti ad accogliere e supportare, in futuro, le loro proposte.

Questo perché, come afferma il Coordinatore del Master Domenico Quaranta:

Frequentare il Master in Visual Arts for the Digital Age presso lo IED di Milano vuol dire, prima di tutto, frequentare Milano, e quella specifica fetta della città che offre stimoli continui. Sollecitare gli studenti a costruire relazioni con ciò che esiste “fuori”, dall’aula e dalla scuola, fa dunque parte delle nostre responsabilità di docenti.

Il risultato è una mappatura di sedici spazi che offre un ritratto interessante ed efficace di quelli che sono, in questo 2019, gli spazi espositivi indipendenti a Milano: [.BOX] Videoart Project, Kura, Careof, Current, Erratum, Dimora Artica, ICA Milano, Il Colorificio, Mars, Mega, Marsélleria, Spaziofico, Spazio T(Raum), Vegapunk, Una + Spazio Leonardo, T-Space.

Il progetto completo CONNECTING DOTS è disponibile qui!

Seguiteci anche su FacebookInstagram e Linkedin per restare aggiornati sui nostri corsi e sulla vita in IED!

Fonte: https://www.ied.it/blog/connecting-dots-il-nuovo-progetto-editoriale-del-master-in-visual-arts-for-the-digital-age/64627

Autore dell'articolo: ied.it