Il Sud Italia che guarda al design

In tempi dove il design cerca l’artigianato e viceversa, il Sud Italia ha l’occasione per raccontare e dare nuovi impulsi al suo territorio. Anche grazie a questa consapevolezza e dalla volontà di costruire una rete tra i professionisti di questi ambienti, è nata Materia Independent Design Festival, la più importante manifestazione dell’Italia meridionale dedicata al design giunta alla quarta edizione (seguita quest’anno a Napoli da Edit, la prima fiera del design d’autore). Ideata e organizzata da Officine AD degli architetti catanzaresi Domenico Garofalo e Giuseppe Anania, la quarta edizione si svolgerà dal 19 al 22 settembre sotto la direzione artistica di Antonio Aricò, designer calabrese conosciuto sulla scena internazionale, consulente per aziende leader nel mondo come Seletti, Alessi e Barilla.

MATA-altrefrome-Elena-Salmistraro-photo-a.muscatello-

MATA altrefrome di Elena Salmistraro – Foto a.muscatello

«Con questa edizione» afferma Aricò «porremo l’attenzione su riflessioni legate alla parola design che vogliono allontanarsi dal mondo delle ‘fiere di prodotto’, per focalizzarsi su operazioni comunicative divertenti che mirano a raccontare il fascino di un luogo, la Calabria che ha il bisogno e il dovere ti attingere da una cultura identitaria che rischia di diventare invisibile agli occhi di tutti».
I temi del vernacolare, del folklore e della cultura mediterranea saranno raccontati con installazioni e performance pensate per fare da cornice ai progetti dei giovani designer indipendenti che hanno partecipato alla Call Materia-Oltre il design che sarà il cuore progettuale della manifestazione.

CALABRISELLA-CON-PEPERONCINO-photo-a.muscatello-

CALABRISELLA CON PEPERONCINO – Foto a.muscatello

Sarà un’edizione al femminile, considerando il segno importante che le donne stanno lasciando nel design contemporaneo italiano. Sono giovani designer-creative e imprenditrici di successo: Valentina Fontana Castiglioni, vice presidente dell’azienda Fontana Group e ideatrice del progetto di design altreforme, dove lamiere di alluminio si trasformano in ricercati arredi, dando forma alle più audaci idee progettuali; Sara Ricciardi, considerata attualmente tra le designer più influenti e componente del collettivo The Ladies’ Room – che indaga il rinnovato bisogno di un coinvolgimento sensoriale nel design – del quale fa parte anche Astrid Luglio, terzo speciale ospite, i cui progetti sono spesso ispirati al mondo del food e realizzati grazie alle eccellenze dell’artigianato italiano.

materiafestival.com

Fonte: http://living.corriere.it/tendenze/design/design-materia-catanzaro-festival/

Autore dell'articolo: living.corriere.it