Il Salone del mobile porta a Shanghai 23 nuovi brand

Il Salone del mobile porta a Shanghai 23 nuovi brand

Si riaccendono i riflettori sul Salone del Mobile.Milano Shanghai di scena dal 20 al 22 novembre al Sec – Shanghai Exhibition Center .

Questa quarta edizione della manifestazione è stata presentata in anteprima a circa 400 noti architetti e interior designer, promotori immobiliari e professionisti del settore durante l’ormai tradizionale Red Night, svoltasi nella suggestiva cornice del Mifa 1862 Theatre, un secolare cantiere navale ristrutturato e riconvertito in Art Center su progetto del celebre architetto Kengo Kuma.

Durante la serata sono state anche svelate le novità della prossima edizione: 128 espositori – tra cui 23 nuovi brand che arricchiranno la proposta espositiva – presenteranno, su 7.979,50 metri quadrati netti di superficie espositiva, il meglio della loro produzione per una totale immersione nel valore e nell’originalità del Made in Italy. Per rispondere più efficacemente alle esigenze di un mercato in evoluzione e alle domande di un consumatore cinese sempre più evoluto e consapevole, che ricerca nell’arredo un mix virtuoso di qualità Made in Italy, design e innovazione, la proposta della manifestazione sarà, quest’anno, più contemporanea con 80 aziende nella categoria Design (prodotti espressione di funzionalità, innovazione e di una chiara cifra stilistica) e 36 top brand nella categoria xLux (prodotti in equilibrio tra eleganza classica e moderno senso estetico).

“Il Salone del Mobile si prepara a tornare a Shanghai con l’intenzione di dare seguito alla strategia di internazionalizzazione incentrata sulla qualità della proposta espositiva e delle relazioni” sottolinea Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile. “Abbiamo lavorato sul coinvolgimento dei brand capaci di rappresentare al meglio i contenuti di innovazione e ricerca sottesi alla nostra produzione e, soprattutto, sull’individuazione di interlocutori, visitatori e buyer di alto profilo, in grado di capire i valori intrinseci di una visione che va oltre il prodotto e suggerisce uno stile di vita”.

Il Salone del Mobile.Milano Shanghai è anche l’occasione per fare il punto sullo stato dell’arte del settore, promuovere nuove relazioni e generare momenti di dibattito culturale. A questo sono deputate le Master Classes, circuito di incontri e approfondimenti tenuto da tre architetti italiani di fama internazionale – Rodolfo Dordoni, Patricia Urquiola, Ferruccio Laviani – che dialogheranno con altrettanti talentuosi designer cinesi: Li Hu, Zhao Yang, Chen Fei Bo.

Altro spazio di confronto sarà quello dedicato al SaloneSatellite Shanghai: i giovani designer e gli studenti di università e scuole di design cinesi presenteranno i loro progetti e i tre migliori verranno premiati nell’ambito del SaloneSatellite Shanghai Award e invitati a partecipare all’edizione 2020 del SaloneSatellite a Milano.

In occasione dei 500 anni dalla scomparsa di Leonardo, il Salone del Mobile.Milano ha scelto di omaggiare l’eclettico genio del Rinascimento italiano anche in Cina con DE-SIGNO. La cultura del design italiano prima e dopo Leonardo: un suggestivo racconto del genio di Leonardo da Vinci e del suo rapporto con il design italiano contemporaneo.

Per la prima volta, infine, i visitatori potranno acquistare presso il Salone.Shop i prodotti della gamma ufficiale del merchadising del Salone del Mobile.Milano, un mix di qualità, funzionalità e creatività che da sempre contraddistingue il design italiano.

Fonte: https://design.pambianconews.com/a-shanghai-il-salone-del-mobile-porta-23-nuovi-brand/

Autore dell'articolo: design.pambianconews.com