COMUNICARE L’ECO-SOSTENIBILITÀ

La sostenibilità ambientale non è più solamente un tema di cui parlare, ma una necessità stringente da interiorizzare, attuare e comunicare. Sta diventando parte integrante della ricerca e dei processi produttivi di molte aziende, richiedendo spesso un’evoluzione della loro identità; altre volte, più raramente, la sostenibilità è nel DNA aziendale. È il caso del partner per la tesi del Master in Marketing e Comunicazione IED Torino di quest’anno, Composad, azienda italiana della Saviola Holding, nata 100% green con l’obiettivo di coniugare funzionalità e sviluppo eco-sostenibile.

Ma come si comunica un’azienda la cui produzione di mobili in kit è realizzata in pannelli ricavati completamente da legno post-consumo? Un’azienda che lavora, progetta e produce secondo la logica dell’economia circolare? Come si comunica la sostenibilità? Questa la nuova sfida per gli studenti del Master in Marketing e Comunicazione, già al lavoro per sviluppare un progetto che migliori il posizionamento, nazionale e internazionale, dell’azienda partner. La fase di ricerca e l’elaborazione di nuove strategie sono rivolte non solo al B2B, ma anche all’individuazione di un nuovo target B2C, con un focus sui Millennials, generazione sempre più consapevole e attenta ai temi dell’ecologia e dell’economia rigenerativa.

«Oggi, la grande sfida per chi intende comunicare la sostenibilità, o progettare iniziative di marketing incentrate sui temi dell’ecologia e dell’ambiente, è prima di tutto la credibilità», spiega Alessandro Bertin, coordinatore del Master in Marketing e Comunicazione IED Torino. «Come per tutti i trend topic, infatti, parlare di sostenibilità può rivelarsi un’arma a doppio taglio, se ai messaggi lanciati non corrisponde un’effettiva strategia a monte, che preveda azioni fondate su solide basi oggettive e investimenti coerenti con quanto si racconta. Fare storytelling sulla sostenibilità è giusto, ma paga solo se si approcciano questi temi con trasparenza e consapevolezza, senza inseguire il miraggio di un riposizionamento positivo per incrementare – ad esempio – i follower sui social media. L’altra grande sfida è rappresentata dagli strumenti a disposizione dei professionisti, sempre più numerosi e sofisticati, che devono essere utilizzati in maniera integrata. Si aprono così le porte a nuove figure professionali altamente specializzate, in grado di interpretare il presente e progettare soluzioni innovative per il futuro. Il ruolo della formazione in questo senso è centrale, e lo sforzo che, da anni, facciamo qui in IED è proprio quello di intercettare in anticipo le esigenze del mercato per proporre professionisti in grado di inserirsi rapidamente e con successo nel mondo del lavoro».

Scopri di più.

Fonte: https://www.ied.it/blog/comunicare-leco-sostenibilita-nuova-sfida-per-gli-studenti-del-master-in-marketing-e-comunicazione/63523

Autore dell'articolo: ied.it