Vacanze slow

Un tempo erano silos per il vino, costruiti direttamente sul mare perché le navi potessero essere facilmente caricate. Dopo anni di abbandono, proprio l’aspetto grezzo degli edifici è diventato il punto di forza del progetto che li ha trasformati in un resort di lusso nel Peloponneso occidentale. Cemento a vista, legno e vetro incorniciano un paesaggio da vivere d’estate. Come quello che circonda la residenza Serra Fanny in Puglia. A Specchia, considerato tra i borghi più belli d’Italia, la grande casa di famiglia è stata restaurata lentamente accostando elementi tipici e un gusto più moderno.

Lo stesso spirito che a Ibiza ha portato a un risultato completamente diverso: affacciato sull’angolo più a nord dell’isola, il ristorante e boutique hotel Los Enamorados è il regno del mix&match, dove il design vintage incontra l’artigianato locale, in un trionfo hippie chic. Sono tre modi di vivere le vacanze. Che cosa li accomuna? Il mare, sempre a portata di sguardo. Quello non può mancare.

Fonte: http://living.corriere.it/case/fuori-citta/vacanze-slow/

Autore dell'articolo: living.corriere.it