In consegna le prime due torri di UpTown Milano

In consegna le prime due torri di UpTown Milano

La cucina e il tavolo da pranzo del nuovo appartamento progettato da Andrea Castrignano nella prima Torre di UpTown Milano; sulla parete di fondo, un rivestimento in fibra di vetro ritrae l’enigmatica Monna Lisa

Realizzate con il progetto e coordinamento architettonico di SSA, Scandurra Studio Architettura, il progetto delle prime due torri di UpTown Milano mira alla creazione di un sistema residenziale aperto e in continuità con la struttura urbana e paesaggistica esistente.

Nel complesso, il progetto relativo ai primi due lotti del primo smart district d’Italia, prevede cinque torri e tre architetture in linea, queste ultime progettate da Zanetti Design Architettura Studio. Un sistema di spazi aperti dove natura e artificio si rappresentano all’interno di una visione unitaria.

Gli appartamenti dei primi due edifici a torre sono in consegna nei prossimi giorni di luglio, ed EuroMilano ha deciso che fosse l’occasione ideale per presentare in anteprima il trilocale realizzato dal noto interior designer Andrea Castrignano.

Come in tutti i suoi progetti, Castrignano ha definito, in sinergia con i due proprietari, il mood dell’appartamento, adottando quella cura sartoriale che caratterizza il suo stile e lavorando alla definizione dei dettagli e alla declinazione dei colori, elemento portante – assieme al sistema della luce – della nuova casa.

“Questo progetto è frutto di un connubio che esalta il Made in Italy, sia dal punto di vista tecnologico sia da quello artigianale – afferma Attilio Di Cunto, amministratore delegato di EuroMilano – Le case sono dotate delle più moderne funzionalità domotiche, ma non solo: i servizi alla residenza, la palestra condominiale esclusivamente dedicata ai residenti, il micronido bilingue, gli spazi coworking e l’accesso diretto al grande parco pubblico di 300mila metri, realizzano un vero e proprio ecosistema di servizi che mette al centro la qualità della vita delle famiglie. Inoltre, l’intero quartiere sarà il primo distretto in Italia interamente carbon free”.

All’interno dello smart district, infatti, non è previsto l’uso del metano, il riscaldamento viene dal trattamento di quarta generazione dei rifiuti della vicina centrale termica di Figino, il raffrescamento viene prodotto dall’uso geotermico delle falde acquifere. La sostenibilità ecologica di UpTown sarà validata da GBC Italia (Green Building Council), primo quartiere italiano a essere certificato nella sua totalità.

Fonte: https://design.pambianconews.com/in-consegna-le-prime-due-torri-di-uptown-milano/

Autore dell'articolo: design.pambianconews.com