Oriente sul Lago di Como

Sono sempre di più le mete del lusso che trovano casa sulle sponde del Lago di Como. Il gruppo orientale Mandarin Hotel ha trovato la sede ideale in un parco botanico centenario sulla sponda orientale, nell’ottocentesca Villa Roccabruna, cuore del resort ed ex residenza privata della cantante lirica italiana Giuditta Pasta. Ma questo nuovo 5 stelle si sviluppa in nove ville separate che occupano i terreni a terrazzo che si arrampicano sulle rive lacustri.

La chiave dell’arredamento di tutti gli ambienti si basa su un mix sobrio tra elementi orientali e uno stile dal sapore italiano, come nella lobby dove sei riproduzioni di paraventi della tradizione cinese si inseriscono nell’architettura originale. Nelle camere si è lasciato spazio alla semplicità e alla sobrietà con arredi contemporanei che richiamano il design italiano del primo Novecento. I dettagli originali sono stati preservati il più possibile, come i pavimenti in legno intarsiato, le colonne di marmo e i soffitti a cassettoni.

In un moderno edificio fronte lago, il ristorante L~ARIA ha un aspetto raffinato e contemporaneo. Le finestre, che vanno dal pavimento al soffitto, offrono viste panoramiche sul lago e sul paesaggio circostante. Qui, lo Chef Guarino esprime la sua idea di cucina mediterranea creativa. La piscina galleggiante esterna di 16 metri è il segno distintivo del resort, un luogo di relax che si completa con la Spa dove, ovviamente, si seguono rituali e trattamenti della filosofia orientale.

Fonte: http://living.corriere.it/city-guide/hotel/mandarin-hotel-lago-di-como/

Autore dell'articolo: living.corriere.it