Tadao Ando: “Moda e architettura hanno molto in comune”

Tadao Ando: “Moda e architettura hanno molto in comune”

Giorgio Armani e Tadao Ando – photocredit SGP

Tadao Ando suggella il suo legame di lunga data con Giorgio Armani. È l’architetto in persona, maestro di un minimalismo essenziale e puro che predilige l’uso insolito della natura e la combinazione negli spazi di elementi come l’acqua e la luce, ad inaugurare la sua retrospettiva The Challenge all’Armani/Silos di Milano, riambientando l’importante retrospettiva che il Centre Pompidou gli ha dedicato lo scorso anno a Parigi. La retrospettiva, che si apre ora in occasione della Design Week e che sarà visitabile fino al 28 luglio, rappresenta il consolidamento di un rapporto tra Armani e Tadao Ando: l’architetto giapponese aveva lavorato recentemente con lo stilista italiano per il progetto dell’Armani/Teatro di via Bergognone a Milano nel 2001. A ottobre, durante la mostra al Pompidou ho incontrato Armani e in quell’occasione mi ha proposto di portare a Milano la mostra. E io ho accettato con piacere”, ha raccontato Tadao Ando durante la conferenza stampa di presentazione della retrospettiva.

The Challenge è la mostra che ripercorre la carriera di Tadao Ando attraverso le sue realizzazioni più significative da Row House a Sumiyoshi – Azuma House (1976), a Naoshima (1988 fino a oggi), fino al progetto ancora in corso per la Bourse de Commerce di Parigi (autunno 2019). Inoltre sarà esposto per la prima volta il progetto dell’Armani/Teatro (2001). Il percorso analizza oltre 50 modelli, illustrato da schizzi, modelli, video originali e installazioni, declinati in quattro temi principali: Forme primitive dello spazio, Una sfida urbana, Genesi del paesaggio, Dialoghi con la storia.

“Giorgio Armani mi ha trasmesso l’attenzione e la responsabilità verso ciò che si fa, vero la qualità”, ha spiegato Tadao Ando che ha aggiunto: “vorrei mantenere uno spirito giovane e fresco per sempre attraverso il mio lavoro. L’architettura e la moda hanno punti di contatto, l’energia e il vivere in una forma esteticamente bella”. In futuro non è escluso che ci possano essere altri punti in contatto tra Armani e Tadao Ando. “Altri progetti con Armani? Bisogna sentire prima lui, io sono disponibile”.

Fonte: https://design.pambianconews.com/tadao-ando-moda-e-architettura-hanno-molto-in-comune/

Autore dell'articolo: design.pambianconews.com