Il Salone del Mobile omaggia Leonardo con due installazioni

Il Salone del Mobile.Milano omaggia Leonardo da Vinci con due memorabili installazioni, anticipando le commemorazioni cittadine per i 500 anni dalla sua morte.

Aqua. L’installazione in città

‘Acqua. La visione di Leonardo’ è un’esperienza site specific, ideata da Marco Balich e sviluppata insieme a Balich Worldwide Shows, che racconta come il genio di Leonardo abbia indagato l’elemento acqua, da cui è sempre stato affascinato. Dal 5 al 14 aprile (dalle 10 alle 22), all’interno della Conca dell’Incoronata di via San Marco, a copertura della stessa di cui presumibilmente Leonardo ha sovrainteso i lavori di costruzione, oltre che progettare le celebri porte lignee, è stato creato un vero e proprio innesto architettonico, un grande specchio d’acqua al cui estremo uno schermo led mostrerà la Milano del futuro con uno skyline mutevole a seconda del momento della giornata. Al di sotto della struttura, all’interno del canale, una wunderkammer consentirà ai visitatori di sperimentare tutta la bellezza, l’energia e la forma dell’acqua, grazie anche all’uso delle tecnologie più avanzate.

De-Signo. L’installazione nei padiglioni del Salone del Mobile

‘De-Signo. La cultura del design italiano prima e dopo Leonardo’ è un’installazione ideata da Davide Rampello  e progettata da Alessandro Colombo, che celebra l’opera del maestro e, soprattutto, il suo lascito alla cultura del progettare e del saper fare. A Rho-Fieramilano, al padiglione 24, dal 9 al 14 aprile (dalle 9.30 alle 18.30), attraverso i linguaggi del cinema e della scenografia teatrale, uno show di immagini e musica racconta la progettualità di Leonardo e l’industriosità delle botteghe e delle officine rinascimentali in relazione al saper fare e al progettare delle imprese del design contemporaneo.

Lo spettacolo ha luogo in uno spazio di 400 metri quadrati che ospita una scenografia monumentale dominata da due portali alti 6 metri per 3 di larghezza, realizzati interamente a mano in legno da maestri scultori e pittori ispirati a disegni e studi originali del Bramante, l’architetto più prestigioso all’epoca di Leonardo.

Nessuna città ha avuto come Milano il privilegio di una presenza di Leonardo così così lunga e feconda, un legame durato vent’anni durante il quale offrì al duca Ludovico il Moro il meglio della sua capacità creativa. Con le due installazioni di grande qualità e potere evocativo, il Salone del Mobile.Milano riconferma il suo profondo legame con Milano, regalando ai suoi cittadini e ai visitatori di tutto il mondo memorabili esperienze culturali ed emotive.

[Text Laura Galimberti]

Fonte: https://www.designdiffusion.com/2019/04/09/salone-mobile-leonardo-installazioni/

Autore dell'articolo: designdiffusion.com