Dormire in un castello a Stoccolma

Stoccolma 1912. Affacciato sulla Nybroviken, la piccola baia che costeggia le banchine di Strandv gen e Nybrokajen, lo Strand Hotel apre le sue porte per la prima volta in occasione delle Olimpiadi che si tengono in città. Diventa subito un punto di riferimento per artisti, musicisti e creativi, tanto da annoverare tra i suoi habitué Greta Garbo e Ingrid Bergman, e da aver ospitato negli anni celebrità del calibro di Frank Sinatra e Audrey Hepburn, fino ad arrivare alla (molto) più attuale Lady Gaga. L’edificio che richiama vagamente dettagli e forme medievali venne progettato da Ludwig Peterson e con i suoi archi a tutto sesto, le pareti merlate e l’alta torre centrale, regna incontrastato sulla baia ancora oggi, dopo essere diventato un Raddison Collection Hotel.

Dalla Tower Suite, che si arrotola su tre piani lungo l’asse di una piccola scala a chiocciola e dà accesso ad una terrazza sul tetto personale, la vista della città lascia senza fiato e lo sguardo corre tutt’intorno rivelando Stoccolma in tutta la sua eleganza. Scendendo poi lungo i piani che ospitano le altre suite e le 170 camere, sono subito chiari i due lunghi anni di ristrutturazione e ammodernamento firmati dallo studio svedese di fama internazionale Wingårdhs, che hanno riportato sotto i riflettori uno degli edifici più storici della città di Stoccolma. Fondendo il design scandinavo con la ricchezza artistica che si addice alla storia di questo luogo, tutti gli interni sono stati rinnovati e il risultato è un’ambiente armonioso e allo stesso sorprendente caratterizzato da uno stile moderno senza sfarzi, con arredi di Fritz Hansen, GUBI e Flos e dettagli più ricercati che guardano allo straordinario passato dell’hotel. «Per creare un’atmosfera calda e accogliente, gli interni sono stati impostati su toni e materiali naturali come pietra, legno, cuoio, metallo e cemento, mentre un tono specifico di grigio – lo Strand Gray – ricopre le pareti» ha affermato Leila Atlassi, architetto di Wingårdhs. L’attenta selezione dello studio ha permesso di far convivere mobili delle leggende del design scandinavo con la facciata e la struttura storica dell’edificio. Infine, per mantenere la reputazione illustre della città come destinazione di ristoranti raffinati, la brasserie The Strand aperta agli ospiti e al pubblico mira a diventare un nuovo indirizzo chic della zona, unendo influenze locali e internazionali nella cucina.

Dove: Radisson Collection Hotel, Strand Stockholm, Nybrokajen 9, Box 16396, S-103 27, Stoccolma, Tel. +46 8 5066 4000

Fonte: http://living.corriere.it/city-guide/hotel/strand-hotel-stoccolma/

Autore dell'articolo: living.corriere.it