Fuorisalone 2019: Isola Design District

Cosa oggi può essere definito design? Parte da questa domanda la terza edizione di Isola Design District. che per la Design Week milanese sceglie il tema Unlimited Design. Il quartiere a ridosso del nuovo polo di Porta Nuova per il Fuorisalone 2019 si propone di andare oltre l’idea di prodotto e la sua funzione, per indagare le nuove forme di comunicazione digitale e le sperimentazioni con i materiali naturali e innovativi.

Cuore della manifestazione la Stecca 3.0 con il Design Village: lo spazio di via de Castilla 26, a pochi passi dalla nuova Biblioteca degli Alberi, ospiterà i lavori di designer emergenti con materiali di scarto, aziende come 3M con la nuova collezione di finiture per vetri, un bar interamente stampato in 3D e un programma di talk organizzati dalla piattaforma online The District, che andranno a toccare un tema diverso ogni giorno, dall’Interior Design con Poli.Design alla manifattura digitale con WeMake. Nello spazio esterno, Claudia Zanfi e Andrea Liberni di Green Island presentano le loro installazioni verdi ispirate alle macchine di Leonardo nell’anno del 500° anniversario dalla sua scomparsa.

Snake – Campidarte_2
In via Pastrengo 14 torna l’appuntamento con Milan Design Market, la mostra-mercato curata da Elif Resitoglu che per la sua quarta edizione presenta il tema Find the lost City: una selezione di progetti realizzati con materiali non convenzionali come l’ananas, gli scarti del metallo o la cannabis. Tra gli oggetti, che come sempre saranno tutti in vendita, un angolo speciale sarà dedicato a Neubau, brand di occhiali viennese che quest’anno presenta il modello speciale Walter & Wassily realizzato per i 100 anni del Bauhaus. E la scuola tedesca è di ispirazione anche per un’altra realtà della zona, la galleria Angelo della Pergola 1 che presenta una serie di pezzi in edizione limitata che ne reinterpretano lo stile, oltre ad un focus sul design nordico nell’ambito del Nordic Design Apartment (a pochi passi dalla galleria) realizzato con la collaborazione dell’artista finlandese Jutta Yla-Mononen.

Il percorso coinvolge realtà di quartiere come il negozio per bambini Amanita con gli oggetti-gioco di Playfool Studio o Algranti Lab con i suoi pezzi unici realizzati con materiali di recupero, fino ad arrivare ai progetti realizzati ad hoc per la settimana del Salone del Mobile, come l’appartamento pensato per l’ospitalità creato da Roberta Borrelli di Make Your Home (in via Castilla 24) o i “tavoli in affitto” di #affortable (in via Pepe 36), a conferma della tendenze che vede anche l’arredo fare i conti sempre più spesso con il tema dello sharing. Da vedere poi negli spazi suggestivi della Fonderia Napoleonica Eugenia le installazioni sospese dei giapponesi di Team Balanco e all’ex Scatolificio Artigiano (via Cola Montano 8) le sculture luminose in plexiglass e neon della designer inglese April Key.

E, per chi non ne avesse abbastanza, c’è la realtà aumentata. Scaricando l’applicazione Aria The AR Platform (creata dallo studio Alkanoids) sarà possibile accedere a contenuti multimediali extra, tra scenografie animate e approfondimenti video. Opening Day: martedi 9 aprile.

Milan Design Market _ Fraction Design Studio_1

Fonte: http://living.corriere.it/tendenze/design/fuorisalone-2019-isola-design-district/

Autore dell'articolo: living.corriere.it