L’appartamento portoghese

Bisogna percorrere uno stretto passaggio e arrampicarsi su ripide rampe di scale per raggiungere l’appartamento al quinto piano di un edificio nel centro storico di Lisbona. Quando si arriva, però, non si può non rimanere ammaliati dalla luminosità degli interni avvolti nella luce unica della città e dalle viste che si aprono sul fiume Tago.

L’edificio in cui si trova l’appartamento è stato costruito nel 1819, nel periodo stilistico portoghese definito “Pombalino”. Il progetto di ristrutturazione è stato realizzato dall’architetto Joao Gameiro. Le soluzioni adottate hanno valorizzato gli elementi storici, con quelli originali mescolati armoniosamente a ingegnose soluzioni contemporanee. Come il pavimento in terraço (terrazzo), un seminato di tipica tradizione mediterranea realizzato con inserti di marmo, che in questo caso formano un pattern ordinato dal look decisamente moderno. Un dettaglio che contrasta con i pavimenti originali recuperati nel resto della casa o la piattaforma in legno pensata per permettere l’alloggiamento del letto matrimoniale nella stretta camera, che contemporaneamente fa anche da “ponte” per consentire l’accesso al balcone viste le dimensioni estremamente ridotte.

L’appartamento si sviluppa in lunghezza ed è diviso in due zone distinte – quella privata e quella più sociale – collegate dall’atrio di entrata. La zona living – soggiorno, cucina, bagno e terrazza – sono posti sul retro, dove godono però delle aperture più grandi. Le camere e il guardaroba sono invece sul lato sud. Essenziali, con piccole finestre, conservano alcune delle caratteristiche originali, come gli affreschi d’epoca, i soffitti in legno “saia e camisa” e le assi del pavimento in pino di Riga. Anche le tradizionali porte interne in legno e vetro sono state mantenute e dipinte nello stesso colore delle pareti.

I mobili della cucina sono abbinati ai toni pastello delle pareti, realizzati con una finitura delle superfici ispirata alla trama ruvida del camino di pietra esistente. In tutta la casa, le pareti in intonaco di calce creano una sorta di “sfondo” che enfatizza la luce naturale e incornicia gli episodi di elementi come la struttura in legno dell’edificio detta gaioleiro, gli affreschi di inizio ‘800 e le murature in legno e intonaco tabique.

Fonte: http://living.corriere.it/case/minimal/l-appartamento-portoghese-gameiro/

Autore dell'articolo: living.corriere.it